Tabacco: Bat, rapporto su diritti umani, basta lavoro minori

Impegno a eliminarlo entro il 2025

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - British American Tobacco (BAT) ha annunciato l'impegno per eliminare il lavoro minorile nella sua catena di approvvigionamento agricolo entro il 2025 in occasione della pubblicazione del Rapporto sui diritti umani, il primo di un'azienda del settore.
    Il Rapporto è in linea con il Quadro di riferimento dei principi guida delle Nazioni Unite, ed evidenzia le diverse misure che BAT ha adottato per promuovere, sostenere e proteggere i diritti umani su tutta la filiera di rifornimento, che comprende oltre 90.000 agricoltori.
    Dal rapporto emerge, tra l'altro che nel 99,4% delle aziende agricole monitorate non sono stati individuati casi di lavoro minorile e il 100% degli incidenti di lavoro minorile identificati si sono risolti positivamente.
    Sono state svolte, inoltre, oltre 5.000 sessioni di formazione sui diritti umani, con oltre 350.000 presenze. E, sul fronte del contrasto alla pandemia, l'impegno di Bat ha visto lo sviluppo di un potenziale vaccino, la produzione e distribuzione di dispositivi di protezione e disinfettanti e il supporto finanziario ai fornitori.
    "I parametri ESG sono al centro di tutta la nostra attività e rimangono fattori chiave per raggiungere il nostro obiettivo: costruire un domani migliore", ha dichiarato il ceo di Bat, Jack Bowles. Quanto al lavoro forzato in agricoltura, Bowles lo ha definito "un grave problema che va risolto alla radice" e ha detto di "non tollerare alcun tipo di lavoro forzato nella filiera" e di essere. "felice che nel 2019 non siano stati segnalati casi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA