A Firenze applicazioni spaziali per città 'green' post Covid

Verso accordo Palazzo Vecchio-Agenzia spaziale europea

Redazione ANSA FIRENZE

(ANSA) - FIRENZE, 26 FEB - Usare le applicazioni spaziali in chiave post Covid per proteggere l'ambiente e promuovere un'economia verde, migliorando il paesaggio urbano e la vivibilità, incoraggiando la creazione di infrastrutture sostenibili e aree verdi e contribuendo a mitigare i cambiamenti climatici e le emissioni inquinanti. E' l'obiettivo dell'accordo che sarà firmato tra Comune di Firenze e Agenzia spaziale europea (Esa), il cui testo ha avuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell'assessore all'innovazione e ambiente Cecilia Del Re.
    Gli obiettivi dell'intesa riguardano l'utilizzo di applicazioni spaziali per promuovere l'innovazione sostenibile, sulla protezione del verde naturale nelle aree urbane e suburbane, sulle misure di contenimento dei cambiamenti climatici, sulla protezione della biodiversità, sulla mobilità urbana sostenibile e sull'economia circolare per sostenere la crescita di un'economia verde e sostenibile. "Utilizzare tecnologie e applicazioni innovative - ha detto il sindaco Dario Nardella - è fondamentale per ripensare le città, ridurre il loro impatto ambientale e aumentare il benessere sociale.
    L'emergenza sanitaria ha ulteriormente confermato l'urgenza della trasformazione digitale e sostenibile dei servizi e delle infrastrutture pubbliche, temi sui quali siamo impegnati e che saranno al centro della transizione ecologica già in atto in città". Come sottolineato da Del Re "le risorse spaziali offrono un'opportunità unica per sostenere la protezione e la conservazione dell'ambiente". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA