Calabria

Archeologia: MArRC al salone internazionale del restauro

Presente con la Testa del filosofo. Malacrino, lavoro di squadra

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 02 SET - Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria partecipa a Bari alla manifestazione "Restauro in Tour", edizione speciale del Salone Internazionale del Restauro di Ferrara, con la presentazione del restauro della Testa del Filosofo, che, insieme ai Bronzi di Riace e alla Testa di Porticello, costituisce uno degli esempi più alti della statuaria bronzea dell'età classica. Il restauro, sostenuto mediante l'Art Bonus, si è svolto a Piazza Paolo Orsi, in un "cantiere aperto" che ha offerto ai visitatori l'opportunità di osservare il "dietro le quinte". Tre video raccontano il contesto di ritrovamento; l'intervento di restauro eseguito dalla ditta "Mantella Restauri Opere d'Arte"; lo studio diagnostico, che ha visto la collaborazione del dipartimento di Scienza Matematiche e Informatiche, Scienze Fisiche e della Terra dell'Università di Messina e del Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra dall'Unical.
    "Siamo orgogliosi di poter presentare i risultati di un progetto complesso, frutto di un grande lavoro di squadra - afferma il direttore del Museo, Carmelo Malacrino -. A partire dai fondi utilizzati, messi a disposizione da un mecenate calabrese tramite l'Art Bonus. Intorno al progetto si è costituita un'èquipe multidisciplinare di ricerca e d'intervento. Il restauro, affidato alla professionalità del calabrese Giuseppe Mantella e del suo staff, si è svolto sotto la supervisione dei funzionari restauratori e archeologi del MArRC, che ringrazio per il continuo impegno. Sono certo che la Testa del Filosofo, tornata a essere esposta nella sala dei Bronzi, con questo intervento conservativo e di ricerca scientifica assumerà anche una rinnovata forza attrattiva per il grande pubblico".
    "La Testa del Filosofo - afferma Barbara Fazzari, funzionario restauratore - è tornata a essere esposta dopo un minuzioso restauro che ha evidenziato come la collaborazione multidisciplinare di varie professionalità possa condurre a risultati tecnici e approfondimenti scientifici di notevole interesse. Con queste iniziative si creano le opportunità per mostrare anche il dietro le quinte del funzionamento del Museo, in particolare le attività di catalogazione, studio e conservazione". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie