Somalia, passione italiana,domani a Roma

Domani la presentazione con Frattini e Maria Romana De Gasperi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 3 GIU - Un libro sulla storia della Somalia, in particolare nel periodo coloniale e negli anni dell'Amministrazione fiduciaria Italiana, con uno sguardo diverso: quello di chi, di quella storia, ha fatto parte da protagonista. E' questa la particolarità del libro "Somalia, passione italiana nel Corno d'Africa", di Remo Roncati e Renato Maccanti, edito da Solfanelli, di cui si discuterà domani, 4 giugno, alle 16,30, presso la sede della Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI)a Palazzetto Venezia, in Piazza San Marco, 51 a Roma, presenti, tra gli altri, Franco Frattini, presidente della SIOI, Maria Romana De Gasperi, presidente Fondazione De Gasperi, Abdirahman Scheikh Issa Mohamed, ambasciatore delle Repubblica Federale della Somalia, Gianluigi Rossi, professore di Storia e istituzione dei Paese Afro-Asiatici, Mohamed Trunji, storico della Somalia. Il libro - opera Roncati e Maccanti, che in nelle ex colonie italiane vissero e lavorarono per molti anni - vuole evidenziare l'opera benefica svolta dall'Italia sul territorio somalo sia nel periodo coloniale sia nel periodo di Amministrazione Fiduciaria Italiana per conto dell'ONU. "L'Italia può vantare la lotta alla schiavitù, con la legge del 1908 sulla liberazione degli schiavi, la realizzazione di dighe sui fiumi, la costruzione di ospedali e di edifici scolastici, la formazione di comprensori agricoli irrigui, il miglioramento delle condizioni sanitarie e sociali delle popolazioni locali, la pacificazione e riunificazione dei somali divisi tra gruppi etnici da lotte per dare alle greggi pascoli e abbeverate - spiega Remo Roncati, uno dei due autori -. Non appaiono serene nè equilibrate le critiche mosse su un colonialismo italiano "straccione" anche in Somalia, giudizio che, del resto, cozza con quanto scritto anche da vari storici italiani ed europei". Per chi è interessato, l'appuntamento è domani a Roma a Palazzetto Venezia. L'ingresso è libero. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA