Responsabilità editoriale di Arval

2019: un altro anno di crescita dinamica per Arval

Redazione ANSA

2019, un altro anno di forte crescita per Arval

Arval è specializzata nel noleggio a lungo termine di veicoli e soluzioni di mobilità. Grazie all’ampia gamma di servizi ad alto valore aggiunto, offerti in 29 Paesi da oltre 7.000 collaboratori, Arval ha performato meglio del mercato nel 2019 ed è una delle aziende di noleggio che registra la crescita più significativa nel mondo. Il 2019 è stato caratterizzato, ancora una volta, da un’eccellente crescita che ha consentito ad Arval di conquistare nuove quote di mercato: Arval è quindi il leader mondiale di mercato nei Paesi in cui è presente.

Nel 2019, la flotta noleggiata da Arval è cresciuta del 9,1%*, raggiungendo 1.298.404 veicoli. Il numero di veicoli ordinati è aumentato dell’8% rispetto allo scorso anno, per un totale di 380.982 veicoli. Il numero di veicoli venduti a fine contratto è cresciuto del 6%, per un totale di 269.830 veicoli. In molte aree geografiche, si evidenzia una crescita a doppia cifra: +20,8% in Europa del Nord, +19,3% in Europa Centrale, +16,2% nel Benelux e nel Sud Europa. I Paesi più importanti in termini di flotta (Francia, UK, Spagna e Italia) sono invece cresciuti del 7,3%.

 

Arval è cresciuta nel corso del 2019 in tutti i segmenti di clientela, con un +7% per il segmento Corporate e Public e +25% per la flotta Arval Mid Term. La flotta retail (PMI, liberi professionisti e privati) ha evidenziato una forte crescita (+14% rispetto al 2018) e, in quest’ambito, il noleggio ai privati è cresciuto del 42% rispetto al 2018, sfiorando la soglia dei 300.000 veicoli alla fine dell’anno.

In un contesto di rapida evoluzione del mercato e in linea con il proprio impegno a favore della Corporate Social Responsibility, Arval ha fatto un ulteriore passo avanti verso la transizione energetica, con due tendenze principali emerse nel corso del 2019: la diminuzione della quota di veicoli diesel nella propria flotta, oggi al 75%, e l’accelerazione sui veicoli elettrici. Inoltre, per il quarto anno consecutivo, Arval ha ottenuto il riconoscimento “Gold” sulla piattaforma di CSR Ecovadis, che l’ha classificata tra il 2% delle migliori società “nel mercato del noleggio e del leasing di veicoli a motore”. Questa eccellente performance conferma il successo di Arval nella sua missione quotidiana: offrire alle persone la possibilità di avere un impatto positivo sulla società, le comunità e tutelare il pianeta.

I fatti principali del 2019

Nel 2019, Arval ha festeggiato il suo 30esimo anniversario, ulteriore conferma del suo know-how e della sua esperienza pluriennale. Con l’arrivo del nuovo CEO, Alain Van Groenendael, il 2019 è stato un anno all’insegna del consolidamento ma anche del dinamismo per preparare il futuro.

Per rispondere ai bisogni di mobilità delle aziende, in continua evoluzione, il Corporate Vehicle Observatory è diventato Arval Mobility Observatory, per fornire ricerche indipendenti per capire e anticipare i cambiamenti nel mondo della mobilità. Con l’adesione a MaaS (Mobility-as-a-Service) Alliance, Arval ha riaffermato la sua volontà di contribuire alla costruzione di soluzioni di mobilità del futuro, insieme ad altri partner. Arval ha anche lanciato 4 “hub”, dei veri e propri laboratori su temi di avanguardia: Connected Cars, Energy Transition, Mobility e Autonomous Cars.

Infine, Arval ha cambiato la propria brand platform e il pay off in “For the many journeys in life”, un modo per evidenziare l’importante ruolo di Arval non solo nel noleggio dei veicoli, ma anche nell’ambito dei nuovi mezzi di trasporto e nel fornire risposte adeguate alle nuove sfide di un settore in rapida evoluzione.

Verso il 2020, un anno cardine per Arval

Il 2020 sarà l’anno in cui saranno gettate le basi per lo sviluppo di Arval Beyond, il piano strategico di Arval per il futuro, che preparerà l’azienda a perseguire i suoi obiettivi di crescita in un mondo nuovo, facendo leva sulla sua expertise e reinventando il suo modello di business.

Arval presenterà la sua nuova strategia, Arval Beyond, a fine marzo 2020.

2020: ancora più innovazione

Arval sta puntando sempre di più sullo SMaRT (Sustainable Mobility and Responsibility Targets) Approach per supportare i propri clienti nella transizione energetica delle loro flotte. I veicoli elettrici sono un elemento chiave di questa metodologia perché rappresentano, in molti casi, una reale alternativa rispetto alle soluzioni di mobilità più tradizionali. Arval ha, infatti, una grande ambizione per il 2020: una crescita delle immatricolazioni dei veicoli elettrici doppia rispetto al mercato.

Oltre ai veicoli elettrici, Arval è convinta che nuove soluzioni di mobilità siano possibili e opportune: non solo car sharing, bike sharing, ride sharing ma anche lo shuttle autonomo, l’ultima innovazione inaugurata di recente da Arval Francia.

2020: rafforzare la propria presenza nel mondo

Nel 2020, Arval continuerà a sviluppare nuovi mercati nel mondo. A inizio gennaio, Arval ha aperto nuovi uffici in Colombia, rafforzando la propria presenza nel mercato sudamericano, in forte crescita. Il 2020 è anche il 25esimo anniversario dell’Element Arval Global Alliance, l’alleanza strategica più longeva nel mondo nella gestione di flotte. Element Arval Global Alliance è leader mondiale nella gestione di flotte e gestisce oltre 3 milioni di veicoli in più di 50 Paesi in tutto il mondo, in Nord America, America Latina, EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) e Asia Pacifico.

“Grazie all’impegno di tutti i suoi collaboratori, Arval è pronta a cambiare e a rispondere alle nuove esigenze dei propri clienti grazie a nuovi servizi, soprattutto basati sulla mobilità. Ci aspettano tempi entusiasmanti: Arval accompagnerà i propri clienti in tutti i loro viaggi, con le auto, naturalmente, ma non solo! Sarò lieto di poter condividere il nostro nuovo piano strategico, Arval Beyond, alla fine di marzo”, dichiara Alain Van Groenendael, Presidente e CEO di Arval.

Arval Italia: crescita del 9% della flotta

Arval Italia ha contribuito ai risultati globali con una crescita della flotta finanziata che si è attestata al 9% rispetto all’anno precedente, per un totale di 217.011 veicoli, rappresentando l’unica azienda tra le indipendenti leader di mercato a registrare una simile crescita. Buona la performance relativa ai veicoli commerciali, sui quali Arval Italia rafforza sempre di più il proprio posizionamento di leader di mercato. Tutti i segmenti commerciali si confermano in aumento e, tra questi, spicca l’importante crescita del noleggio ai privati, che permette ad Arval di raddoppiare il numero di veicoli destinati a questo target. 

Nel complesso, Arval Italia è riuscita a consolidare il segmento Corporate e a intensificare la propria penetrazione nel segmento Retail (PMI, liberi professionisti e privati), confermando per quest’ultimo il suo duplice approccio, digitale e fisico, testimoniato concretamente, ad esempio, dall’apertura di Arval Store, il primo negozio interamente dedicato al noleggio a lungo termine, a Torino.

In crescita anche il numero di veicoli ordinati (59.619) e di quelli venduti (34.953).

A sei mesi dal mio insediamento come Direttore Generale di Arval Italia, mi trovo con grande piacere a presentare risultati che premiano Arval Italia e tutti i suoi collaboratori e ringrazio gli oltre 40.000 clienti che hanno scelto di fidarsi di noi anche lo scorso anno. Siamo riusciti a confermare il nostro ruolo di leader nel mercato nel noleggio a lungo termine in termini di flotta gestita in Italia, lavorando al contempo per migliorare la nostra offerta e sviluppare nuovi prodotti e servizi in grado di accompagnare i nostri clienti attraverso la trasformazione della mobilità. Ci aspetta un nuovo anno ricco di novità: declineremo la nuova strategia globale, Arval Beyond, adattandola al mercato italiano, puntando in modo più consistente su un ampliamento della nostra offerta di servizi di mobilità, continueremo a lavorare a favore di una crescita costante e sostenibile della nostra azienda sui nostri due target principali, le aziende e il mercato retail, facendo leva sul nostro know-how, sull’innovazione, sulle partnership, senza dimenticare il nostro impegno per affermarci sempre di più come un attore positivo della società” commenta Štefan Majtán, Direttore Generale di Arval Italia.

* Tasso di crescita di Arval nel periodo 2018-2019 su basi comparabili

Responsabilità editoriale di Arval
Modifica consenso Cookie