Suzuki Vitara e S-Cross Hybrid, via a produzione in Ungheria

Nuovi modelli 'eco' nascono a Esztergom sulla riva del Danubio

Redazione ANSA

Le nuove Suzuki amiche dell'ambiente, la Vitara e la S-Cross in versione Hybrid, nascono a Esztergom, una città dell'Ungheria settentrionale situata sulla riva destra del Danubio, nella provincia di Komarom-Esztergom a circa 50 chilometri a nord-nordovest di Budapest. Esztergom - che è situata presso il confine con la Slovacchia - è stata la capitale dell'Ungheria dalla fine del X secolo alla metà del XIII secolo, e in tempi molto più recenti - dal 1991 - è sede dello stabilimento di Magyar Suzuki Corporation (MSC) a Esztergom rappresenta oggi una realtà solida e performante all'interno dell'economia ungherese ma soprattutto del mercato europeo dell'automobile.

A quasi 30 anni dalla inaugurazione, l'impianto MSC ha festeggiato il mezzo milione di Vitara prodotte a Esztergom, dopo aver vinto lo scorso anno il premio Top Automotive Investors al Japan - CEE Investment Summit, che promuove le relazioni d'affari e gli investimenti tra Giappone e Europa ed essere diventato il centro europeo per i ricambi e gli accessori di Suzuki Motor Corporation. Dopo la fondazione dello stabilimento, nel 1991, il primo traguardo delle 100mila auto prodotte ogni anno risale al 2005 e soli 36 mesi dopo, nel 2008, è stata superata quota 280mila.

L'attività era iniziata nel 1992 con la prima generazione di Swift, seguita nel 2000 dalla Wagon R+ e nel 2003 dal modello Ignis. Nel 2005 debutta sulle linee di Esztergom la seconda generazione di Swift a cui fa seguito l'anno successivo la Splash e nel 2010 la terza generazione di Swift. Il successo dei crossover e dei suv Suzuki a livello globale porta nel 2013 all'avvio della produzione in Ungheria della S-Cross e, poi nel 2015, della popolare Vitara.

Nell'aprile 2017 viene prodotta a Esztergom la Suzuki numero 3.000.000 e lo stesso anno si chiude con vendite da record; la Magyar Suzuki Corporation diventa il produttore leader nel mercato ungherese con Vitara è al primo posto non solo tra i suv ma anche nel segmento delle autovetture. Dalla fine del 2019 nel grande stabilimento MSC è stata avvitata la costruzione delle varianti ibride di questi due modelli, ora pronte a soddisfare le richieste dei mercati.

Attualmente il numero di dipendenti della filiale europea di Suzuki Motor Corporation è di 3.200 unità e la produzione giornaliera è di 750-780 automobili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie