'Storie che ispirano', docu-serie su tumore seno metastatico

In onda dal 22 novembre su La7d, 37mila colpite in Italia

Redazione ANSA ROMA

C'è Nicoletta, che ha dovuto abbandonare il lavoro, ma, grazie al suo talento, si è inventata una nuova attività. Oppure Rossella, che non si è arresa, ha ripreso il mare, ha attraversato il Tirreno da Sud a Nord. E ancora Ilaria, che dopo la duplice crisi, professionale e matrimoniale, ha ottenuto un ruolo di responsabilità in una grande azienda. Mentre Paola ha scoperto l'importanza di aiutare altre persone e si è impegnata nel volontariato. Sono le storie di quattro donne con ambizioni e caratteri diversi e un'esperienza comune: il tumore al seno metastatico.
    Nicoletta, Rossella, Ilaria, Paola sono le protagoniste di "Donne - Storie che ispirano": docu-serie in 4 episodi condotta da Paola Marella in onda da domenica 22 novembre su LA7d. La docu-serie è nata nell'ambito del progetto "Voltati. Guarda.
    Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico", campagna nazionale promossa dal 2017 da Pfizer con il patrocinio di Fondazione Aiom e in collaborazione con Europa Donna Italia e Susan G. Komen Italia per rompere il muro di silenzio che circonda le 37.000 donne italiane con questa malattia. "Credo che queste campagne - spiega l'oncologo Gaetano Lanzetta, di Fondazione Aiom- abbiano dato per la prima volta una voce a donne che altrimenti sarebbero rimaste sconosciute, la narrazione è anche una personalizzazione del percorso". Il tumore al seno metastatico è lo stadio più avanzato del cancro alla mammella, che si verifica quando la neoplasia si diffonde ad altri organi come polmoni, cervello, fegato e ossa. Nella maggior parte dei casi riguarda persone nel pieno della vita sociale e lavorativa. Sebbene non esista ancora una cura risolutiva per il cancro mammario metastatico, le terapie mirate di ultima generazione sono oggi in grado di bloccare o rallentare la progressione della malattia garantendo al contempo una buona qualità di vita. "Mi preme sottolineare - spiega la conduttrice Paola Marella- la positività del racconto della docu-serie. Si tratta di donne che comunicano che loro non sono la malattia". Mentre per il presidente di Komen Italia Riccardo Masetti "il racconto di queste donne può essere un aiuto formidabile per le 37mila con tumore al seno metastatico".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA