A Roma ristorante cinese Green T. chiude, per protesta

Rech, in 8 mesi non hanno saputo approntare le necessarie misure

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 26 OTT - "Per l'impossibilità di continuare a queste condizioni la ristorazione di qualità e per protesta contro la inadeguatezza e incapacità dei governanti italiani a tutti i livelli, che in otto mesi non hanno saputo approntare le necessarie misure, Green T. decide di chiudere da oggi fino al termine delle assurde restrizioni imposte col Dpcm in vigore di oggi". Così Giacomo Rech, gestore insieme alla moglie Jiang Yan del ristorante di cucina imperiale cinese nel centro storico della Capitale. "Ringraziamo tutti gli amici e clienti che ci sono stati e ci saranno vicini in questo difficile momento, con la promessa e l'impegno di non mollare - scrive la coppia di gestori - e di tornare in campo appena possibile". E da un luogo di promozione della cultura, gastronomica e non solo, del Paese del Dragone una citazione: il Maestro disse: "La più grande delle glorie non consiste nella capacità di non cadere affatto, ma nel rialzarsi tutte le volte che si cade". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie