Latte vaccino toccasana per la dieta degli anziani

Crea, contribuisce a migliorare la salute intestinale

Redazione ANSA ROMA

Sì al latte vaccino nella dieta degli anziani, un alimento in grado di contribuire alla salute intestinale. A dimostrarlo è uno studio realizzato nell'ambito del progetto Prolat pubblicato sulla rivista internazionale 'Nutrients', condotto in collaborazione del Crea con i centri di Alimenti e Nutrizione di Roma e di Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari di Torino e dell'Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del Cnr.

Lo studio, che ha avuto il sostegno della Regione Piemonte e della Centrale del Latte di Italia, ha valutato gli effetti positivi sulla mucosa intestinale di un particolare tipo di latte vaccino caratterizzato da un diverso profilo di caseine, quelle di tipo A2 2. In particolare si è osservato che il consumo di latte vaccino fresco favorisce la produzione, da parte della popolazione microbica intestinale, di acidi grassi a catena corta.

Complessivamente, i risultati indicano che il consumo di latte di tipo A2 sembra rallentare parzialmente l'invecchiamento della salute dell'intestino, organo particolarmente sensibile per le persone anziane che soffrono spesso di alterazioni a carico del sistema immunitario e del microbiota.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie