Natale: al ristorante 6 su 10, Sos menu acchiappaturisti

Per identificare i veri ristoranti italiani carta d'identità ideata da Coldiretti e Asacert

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Durante le Feste quasi sei italiani su dieci (63%) andranno a mangiare fuori casa soprattutto alla ricerca dei piatti tipici della tradizione locale, ma attenzione a non cadere nelle trappole del menu tarocco acchiappaturisti.

E' quanto emerge dall'indagine Coldiretti/Ixe' presentata in occasione dell'Assemblea, nel precisare che rischio "tarocco" riguarda soprattutto l'estero, ma anche le località nazionali più gettonate. E' bene tenersi alla larga dai ristoranti che offrono ricette stravolte, suggerisce la Coldiretti, come la cotoletta alla milanese con carne di pollo o maiale fritta nell'olio di semi o nel burro; come anche da spaghetti alla carbonara con prosciutto cotto al posto del guanciale e formaggio grattugiato al posto del pecorino romano.

Tra i piatti più 'traditi', fa sapere la Coldiretti, ci sono la caprese servita con formaggio industriale al posto della mozzarella di bufala o del fiordilatte, ma anche la pasta al pesto proposta con mandorle, noci o pistacchi al posto dei pinoli e con il formaggio comune che sostituisce il Parmigiano reggiano e il pecorino romano.

Proprio per identificare i veri ristoranti italiani e proteggerli dall'utilizzo di prodotti tricolori tarocchi arriva la prima carta d'identità ideata da Coldiretti e Asacert, azienda di certificazione e ispezione e accreditamenti internazionali. Grazie a un protocollo basato sulla rispondenza dei fornitori, dei menù e della carta dei vini, sarà possibile identificare i ristoranti davvero italiani e non solo di nome e di 'facciata', ovvero sul piano delle materie prime, dello staff e soprattutto della tradizione culinaria e della proposta enogastronomica. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie