Natale anti spreco al ristorante per 5 milioni di italiani

200mila clienti in più; crollano le cene aziendali

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Sarà un Natale anti spreco per i 4,9 milioni di italiani, 200 mila in più rispetto allo scorso anno, pronti a festeggiare in uno degli 85 mila ristoranti aperti il 25 dicembre, il 71,8% del totale nazionale. La spesa media sarà di circa 56 euro a persona per un giro d'affari complessivo di 270 milioni, anch'esso in crescita con 30 milioni in più rispetto al 2018. E quanto emerge da un'indagine condotta dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe), secondo cui il 91,8% dei locali metterà a disposizione i contenitori per l'asporto del cibo non consumato, in modo da assicurare anche un'altra tradizione natalizia, la cena degli avanzi di Santo Stefano.

A fronte di un aumento dei clienti al ristorante, però 1 azienda su 4 ha deciso di risparmiare su pranzi e cene aziendali per il tradizionale scambio degli auguri. Al ristorante nel 76,4% dei casi si potrà prenotare un menu a prezzo fisso, nel 58,2% dei locali con bevande incluse, che si comporrà mediamente di sei portate a base di ingredienti della tradizione. Alla pasta al forno, al risotto e ai tortellini in brodo, seguiranno pesce, crostacei e cappone, accompagnati da zucca, castagne e tartufo. Per concludere, torrone, panettone e frutta, prevalentemente esotica.

Il 97,6% dei ristoranti offrirà un menu vegetariano o vegano, mentre il 50% garantirà piatti adatti a chi soffre di intolleranza al glutine. Nel 42,9% dei ristoranti le famiglie potranno contare su uno specifico menu per bambini ad un prezzo pari a circa la metà di quello per gli adulti. Quanto alle spese per il pranzo di Natale, nel 7,7% dei locali sarà possibile trascorrere il 25 dicembre con meno di 40 euro a persona, nel 56,4% la spesa sarà tra 40 e 60 euro, mentre nel 35,9% dei ristoranti si pagherà più di 60 euro a testa.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie