Marco Simonit vince 'Nobel' letteratura vitivinicola

Premiato dall'Oiv l'esperto di potatura noto in tutto mondo

Redazione ANSA UDINE

(ANSA) - UDINE - E' stato l'esperto internazionale di potatura della vite Marco Simonit, agronomo friulano che assieme all'amico e socio Pierpaolo Sirch ha recuperato e sviluppato un vecchio metodo di potatura soffice applicandolo alla moderna vitivinicoltura, a vincere il Premio Nobel della letteratura vitivinicola 2018, ossia il riconoscimento assegnato dalla Giuria internazionale dell'Oiv, l'autorevole Organisation International de le Vigne et du Vine, riunitasi a Parigi il 5 luglio. La versione francese del "Manuale di potatura delle vite: Guyot" ("Guide pratique de la taille guyot - Prévenir les maladies du bois") è stata premiata "per il contributo dato alla promozione dell'immagine e della cultura del vino", ha sottolineato il Direttore Generale dell'OIV Jean-Marie Aurand.

Edito da France Agricole e pubblicato nel 2014 in Italia dalle Edizioni L'Informatore Agrario, il volume è stato il primo Manuale multimediale di potatura della vite edito al mondo. La cerimonia di premiazione si terrà in ottobre a Parigi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA