Vino: dal matrimonio tra Donnafugata e D&G nasce Tancredi

Edizione limitata con colori dei due stilisti per storico rosso

Redazione ANSA PALERMO

PALERMO - Al via il secondo step della partnership tra due grandi eccellenze del Made in Italy che raccontano la Sicilia e il Mediterraneo. Tancredi, lo storico rosso della casa vitivinicola siciliana Donnafugata, si rinnova e indossa la creatività Dolce&Gabbana, in un'edizione limitata della vendemmia 2016. Ispirato al personaggio omonimo de Il Gattopardo, Tancredi si distingue con un packaging che unisce tradizione e modernità. L'oro, il blu e le linee d'ispirazione barocca rimandano al prestigio dell'aristocrazia, mentre il rosso, il verde e le geometrie rievocano i valori rivoluzionari che si affermarono in Sicilia dopo l'Unità d'Italia. Tancredi va ad arricchire l'offerta di vini nata dalla collaborazione tra Dolce&Gabbana e Donnafugata, dopo Rosa, inedito vino rosato dell'Etna anche questo in edizione limitata: 10mila bottiglie, tutte vendute in meno di una settimana. Ancora meno saranno le bottiglie del rosso Tamcredi: 8.013 bottiglie, tutte numerate. Una vera chicca da collezione. A scegliere l'annata vendemmia 2016 e il lotto di produzione è stato Antonio Rallo - winamaker e titolare con la sorella Josè di Donnafugata - privilegiando eleganza e longevità per questa vino storico dell'azienda siciliana. Tancredi è un vino autoctono e internazionale. Nato nel 1990 da un blend innovativo per quegli anni, il Nero d'Avola ed il Cabernet Sauvignon, con l'apporto di pregiate uve Tannat.

Prodotto nella tenuta di Contessa Entellina e dopo un lungo affinamento tra barriques e bottiglia, la speciale tiratura si distingue per l'avvolgente per gli aromi fruttati, balsamici e speziati rendono questo vino passionale e inconfutabilmente siciliano. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie