Vino: il Piemonte celebra l'anno del Cortese

Produzione su 3mila ettari da 13 mln bottiglie

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 07 OTT - Dopo il Dolcetto, tocca al Cortese, un altro storico vitigno piemontese, la speciale campagna di promozione organizzata dalla Regione, da VisitPiemonte e dai 3 consorzi di tutela, dalle Enoteche regionali e dalle Botteghe del vino. La produzione da uve Cortese interessa 3 mila ettari di vigneti, 1 docg (Gavi) e 4 doc (Gavi, Colli Tortonesi, Monferrato Casalese, Cortese dell'alto Monferrato), con oltre 13 milioni di bottiglie prodotte nel 2019, di cui l'85% destinato alle esportazioni.

"La Regione - spiega l'assessore regionale alla Agricoltura, Marco Protopapa - prosegue le iniziative a favore dei vitigni autoctoni e dedica il 2020 e il 2021 al rilancio del Cortese, un prodotto poco valorizzato rispetto ad altri vini bianchi piemontesi che si sono affermati sul mercato italiano ed estero.

Per questo abbiamo avviato un progetto di valorizzazione e di marketing per dare visibilità a un vitigno storico del Piemonte." I vini piemontesi "sono veri e propri ambasciatori del territorio e, insieme ad altri prodotti agroalimentari e alla gastronomia - aggiunge Luisa Piazza, direttore generale di VisitPiemonte - occupano un posto di primaria importanza nella valorizzazione turistica della nostra regione. Nel turismo del vino il Piemonte si colloca, per attrattività, al secondo posto per un target di visitatore che spende da 85 a 160 al giorno".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie