Le mostre del week end, tra Canova, Sironi, Mauri e Pirandello

A Bassano del Grappa retrospettiva su fotoreporter Ruth Orkin

(di Marzia Apice) ROVERETO

C'è molto contemporaneo negli appuntamenti espositivi in programma nel prossimo weekend, da Fabio Mauri a Ruth Orkin, da Fausto Pirandello a Mario Sironi.

ROVERETO - Arriva al Mart "Canova tra innocenza e peccato", mostra allestita dal 17 dicembre al 18 aprile 2022: attraverso 200 opere, il progetto esplora la modernità del celebre scultore, ponendo in relazione la sua arte, per comprenderne analogie e differenze, con le opere di alcuni protagonisti contemporanei, dall'Ottocento ai giorni nostri, come Robert Mapplethorpe, Helmut Newton, Irving Penn, Edward Weston, Joel-Peter Witkin.

REGGIO EMILIA - Alla Galleria de' Bonis dal 18 dicembre al 29 gennaio 2022 la "Poesia della cruda realtà" di Fausto Pirandello: la quasi totalità del percorso dell'artista, con la sua pittura vibrante e materica, è rappresentata da circa 20 opere esposte, caratterizzate dalla varietà dei soggetti, dai Tetti di Roma alle Bagnanti alle Nature Morte.

CAGLIARI - "Viaggio in Sardegna - Lo sguardo esterno" alla Fondazione di Sardegna dal 18 dicembre al 31 marzo. Due le sezioni espositive per raccontare le suggestioni dell'isola: quella fotografica, a cura di Marco Delogu, con un corpus di opere inedite di Paolo Ventura in dialogo con alcuni scatti del primo '900 di August Sander e Vittorio Alinari, e quella delle arti figurative, a cura di Maria Paola Dettori, con i lavori tra '800 e '900 dedicati alla Sardegna di Bartolomeo Giuliano, Gaston Vuillier, Héctor Nava, Uberto Bonetti e Giulio Cisari.

BASSANO DEL GRAPPA (VI) - La prima retrospettiva italiana dedicata alla fotoreporter e cineasta Ruth Orkin arriva ai Musei Civici di Bassano del Grappa dal 18 dicembre al 2 maggio 2022, in occasione del centenario della nascita dell'artista. Dal titolo "Ruth Orkin. Leggenda della fotografia", la mostra documenta la capacità di Orkin di offrire sempre una personale interpretazione di ogni soggetto scelto per le sue fotografie, nelle quali è evidente anche l'importanza del linguaggio cinematografico che spesso rende gli scatti dei veri e propri racconti.

MILANO - Viasaterna accoglie il progetto "Fabio Mauri. Opere dell'Apocalisse" dal 17 dicembre al 1 aprile 2022, a cura di Francesca Alfano Miglietti e in collaborazione con Studio Fabio Mauri e Hauser & Wirth. Il percorso indaga il tema della predestinazione attraverso una raccolta di disegni, dipinti e fotografie che si presentano come vere e proprie opere su carta, e che comprendono la serie pressoché inedita dell'Apocalisse (degli anni Ottanta), degli Scorticati e alcuni Dramophone.
    Silvia Camporesi è protagonista alla Other Size Gallery con "Domestica", progetto nato durante il lockdown, che si configura come una sorta di intimo diario fotografico: in programma dal 16 dicembre al 4 marzo 2022 e a cura di Claudio Composti, l'esposizione propone 11 scatti di piccolo e grande formato che, nell'illusione di trovarsi in una casa, suggeriscono il senso di claustrofobia e di isolamento provato dall'artista durante i giorni della chiusura forzata.

NUORO - Si potrà visitare fino al 17 aprile la mostra "Mario Sironi. L'eternità del mito", allestita allo Spazio Ilisso e realizzata in collaborazione con l'Archivio Mario Sironi di Roma. Aperta dall'11 dicembre, l'esposizione presenta l'artista nella sua fase più matura, attraverso più di 60 opere tra oli, tempere e disegni, per documentare la sua ricerca dal 1928 al 1958.

GENOVA - "Giannetto Fieschi. L'esperienza della pittura" è ospitata presso il Palazzo Ducale dal 18 dicembre al 16 gennaio 2022, seconda tappa del grande progetto espositivo "Giannetto Fieschi. Un'Esposizione Antologica". A cura di Andrea B. Del Guercio, la mostra si compone di 4 grandi opere polimateriche, pesanti come pale d'altare: Corpus spirituale e Il Tedio o La Funzione è una favola, entrambe del 1951, La Strage degli Innocui del 1954 e il Minotauro del 1980.

MORESCO (FM) - Dal 18 dicembre al 30 gennaio 2022 al Tomav Torre di Moresco Centro Arti Visive la personale "Perpetuum mobile" di Marco Cingolani: a cura di Antonello Tolve, la mostra si compone di recenti lavori, tutti apparecchi perpetuamente mobili e sottili interventi ambientali con cui l'artista fa proprie le leggi dell'elettrodinamica classica, in particolare l'interazione elettromagnetica. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie