Le mostre di Capodanno, da Emanuele Luzzati a Enrico Caruso

A Genova un percorso tra arte e storie nelle Chiese dei Rolli

di Marzia Apice ROMA

ROMA - Tra installazioni, fotografia, disegni e pittura, si conclude un anno difficile per il settore dell'arte che, duramente colpito dalla pandemia, ha saputo comunque risollevarsi offrendo progetti espositivi interessanti.

ROMA - Apre il 27 dicembre negli stabilimenti di Cinecittà la mostra "Gianini - Luzzati Cinema d'animazione", a cura di Alida Cappellini, Giovanni Licheri, Lucia Nigri per A.S.C. Associazione Scenografi, Costumisti, Arredatori e in collaborazione con Carla Rezza Gianini: pensata per celebrare il centenario della nascita di Luzzati, la mostra illustra al pubblico il processo creativo del grande artista e scenografo nato nel 1921 e del suo sodale, Giulio Gianini, a sua volta regista, scenografo e direttore della fotografia, attraverso le immagini di bozzetti e disegni delle scenografie e dei personaggi protagonisti di celebri storie tra cui Il flauto magico e L'uccello di fuoco, o come Pulcinella e La gazza ladra, entrambi nominati all'Oscar come migliori cortometraggi d'animazione. "Un paese mille paesaggi - le montagne d'Italia viste da l'Altro Versante" è la mostra ospitata al Museo delle Civiltà fino al 31 marzo 2022: esposte 53 foto a colori di grande formato realizzate da L'Altro Versante, un collettivo di tre fotografi e un regista, Maurizio Biancarelli, Bruno D'Amicis, Luciano Gaudenzio e Marco Rossitti, che raccontano l'Italia attraverso le foto delle sue montagne, offrendo una rilettura del paesaggio attraverso le catene montuose, anche quelle meno conosciute. Fino al 14 gennaio 2022 la Camera dei Deputati apre le porte al pubblico che potrà ammirare la mostra dedicata a Camilian Demetrescu, pittore, scultore, scrittore e studioso di storia dell'arte romeno naturalizzato italiano: dal titolo "Genesi 1969 - 2012" e a cura di Cornelia Bujin, l'esposizione analizza l'evoluzione della ricerca di Demetrescu, che passando dal naturalismo pittorico, al realismo socialista e all'arte astratta è poi approdato a una rinnovata visione dell'arte sacra in difesa dei grandi valori universali dell'essere umano. Circa 30 opere tra dipinti e arazzi saranno esposti presso la sede di Vicolo Valdina, mentre altre opere sono esposte in due sedi differenti: 40 tra serigrafie, disegni e sculture del periodo astratto, presso l'Accademia di Romania e, una grande scultura lignea, La Maschera di Zalmokis, alla Galleria Nazionale di Arte Moderna.

GENOVA - E' una mostra diffusa e di grandissimo fascino la seconda edizione di Chiese dei Palazzi dei Rolli, dal 27 dicembre al 5 gennaio 2022: un percorso in presenza e online (con visite guidate gratuite o su visitgenoa.it/chiesedeirolli/) che permette di conoscere l'arte e lo sviluppo urbano della città, a partire dall'anno Mille fino alla metà dell'Ottocento, attraverso la scoperta di alcune antiche chiese, tra cui la Basilica della Santissima Annunziata di Portoria, la Chiesa di Santo Stefano e chiesa di Nostra Signora della Consolazione, la Chiesa di Santa Marta e chiesa di Santa Croce e San Camillo.

NAPOLI - Fino al 22 aprile 2022 il Mann ospita "Enrico Caruso. Da Napoli a New York", a cura di Giuliana Muscio. Un percorso emozionante che mette a fuoco la figura dell'artista - prima star mediatica moderna e rappresentante dell'emigrazione italiana - nel centenario della morte attraverso più di 250 immagini, materiale audiovisivo d'epoca e cinegiornali, accanto a registrazioni audio originali.

COMO - "Sempre Libera" è la nuova opera pittorica, ispirata alla celebre e omonima aria della Traviata di Giuseppe Verdi, dell'artista comasco Andrea Greco dedicata all'Arte che torna a essere fruibile dopo le restrizioni dovute alla pandemia: la tela è divenuta ora un'installazione luminosa che sarà visibile fino al 6 gennaio sulla facciata del Teatro Sociale di Como.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie