Coronavirus: Bonaccini, rapporto Stato-Regioni ha funzionato

'Se l'è cavata meglio chi ha sistema di sanità pubblica'

(ANSA) - BOLOGNA, 06 OTT - "Se si è passati dall'essere uno dei paesi più colpiti al mondo a uno dei più sicuri, vuol dire che ha funzionato il rapporto fra Stato e Regioni". Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, che ne ha parlato durante un'audizione alla Camera sul regionalismo differenziato.
    "Le ordinanze scritte dalla regioni sono state centinaia - ha detto - quelle impugnate dallo Stato sono pochissime. La conferenza stato regioni, a fronte di una discussione molto forte, ha sempre deciso all'unanimità, in un rapporto molto lineare. I fatti dicono che le Regioni hanno sempre condiviso i dpcm e le ordinanze sempre corrisposto ai dpcm, tranne qualche eccezione. Dobbiamo continuare a gestire la pandemia in questo modo".
    "I paesi nel mondo che se la sono cavata meglio nell'affrontare l'emergenza Coronavirus - ha proseguito - sono quelli dove c'è un sistema sanitario pubblico. E fra le Regioni è andata meglio dove questo sistema è anche territoriale: le categorie più fragili, come gli anziani e i disabili hanno bisogno di essere assistiti fuori dagli ospedali. Per questo - ha concluso - serve un investimento che potenzi la medicina territoriale. Io credo che si debba accedere il prima possibile ai fondi del Mes". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie