Assaltarono auto Salvini a Bologna, leader Lega tra i teste

18 a processo, alcuni per aggressione a cronista de Il Carlino

Il leader della Lega Matteo Salvini, la senatrice Lucia Borgonzoni e il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, compariranno come testimoni al processo che vede imputati 18 attivisti di diversi collettivi bolognesi, che l'8 novembre del 2014 circondarono e assalirono l'auto su cui viaggiavano gli esponenti del Carroccio, al termine di una visita al campo nomadi di via Erbosa, a Bologna.

I reati contestati, a vario titolo, sono violenza privata, danneggiamento aggravato e lesioni aggravate. I tre leghisti sono programmati il prossimo 20 gennaio: fissate già altre due udienze, il 2 dicembre e il 3 febbraio. Alcuni degli imputati rispondono anche del reato di lesioni aggravate per l'aggressione, lo stesso giorno, al cronista de 'Il Resto del Carlino' Enrico Barbetti, che cadendo riportò la frattura del gomito. Per questo episodio, nelle scorse udienze, si sono costituiti parti civili la Poligrafici editoriale e lo stesso giornalista, mentre nell'udienza di oggi è arrivata la richiesta da parte dell'Aser (Associazione stampa Emilia-Romagna). Per quanto riguarda la contestazione agli esponenti leghisti, parti civili risultano lo stesso Matteo Salvini, Alan Fabbri, Lucia Borgonzoni e la Lega, rappresentati dall'avvocato Massimiliano Bacillieri.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie