Fao, Ipcc mostra danni di agricoltura non sostenibile

'Rapporto stimoli interventi mitigazione e adattamento al cambiamento climatico'

Redazione ANSA

ROMA - La FAO "accoglie con favore il rapporto speciale dell'IPCC (pubblicato l'8 agosto, ndr), che fornisce un resoconto crudo ed esauriente dei danni arrecati al nostro pianeta, evidenziando come pratiche agricole non sostenibili possano trasformare la terra da alleata in nemica quando si parla di cambiamento climatico, e proponendo soluzioni praticabili per ridurre o invertire la marcia di questi trend
negativi". Lo scrive l'agenzia dell'Onu per l'agricoltura in un comunicato.

"Si tratta di un rapporto allarmante su come il degrado sistematico dei suoli, la deforestazione, la desertificazione, le pratiche agricole non sostenibili e la scomparsa della biodiversità abbiano trasformato la nostra terra in una delle principali fonti di carbonio, mettendo  maggiormente a rischio la nostra sicurezza alimentare e l'ambiente", ha commentato Maria Helena Semedo, Vicedirettore Generale della FAO per il clima e le risorse naturali.

"In un contesto in cui il numero delle persone denutrite continua a crescere, e in cui i modelli economici e di produzione agricola mondiale prevedono l'aumento del 29% dei prezzi dei cereali entro il 2050 a causa del cambiamento climatico, la FAO si augura che il rapporto possa stimolare la comunità globale a intensificare gli interventi di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico", ha aggiunto Semedo.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."