Agroalimentare: De Castro, Ue blocchi frode su pollo ucraino

Interrogazione europarlamentare a Commissario europeo Malmstroem

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 8 MAR - L'Ue intervenga contro la frode dei 'petti di pollo con ala' provenienti dall'Ucraina. E' quanto chiede il vicepresidente della Commissione agricoltura dell'Europarlamento, Paolo De Castro, in una interrogazione scritta al Commissario Ue al commercio, Cecilia Malmstroem. Per aggirare i limiti imposti dalla quota accordata dall'Ue all'Ucraina, che include tagli come il petto, spiega l'eurodeputato Pd in una nota, gli esportatori di quel Paese hanno creato "un nuovo taglio di carne di pollo chiamato 'Breast with cap in', di fatto il petto a cui hanno aggiunto un'ala", che viene esportato come i tagli di pollame generici, cioè quelli "che entrano in Europa senza pagare dazio", denuncia De Castro. "Per non destare sospetti - aggiunge De Castro - questo taglio di carne finiva negli stabilimenti europei di proprietà ucraina e commercializzato nei canali horeca e industriali, dove non c'è obbligo di indicazione d'origine". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: