Brexit: Juncker, accordo non sarà rinegoziato,solo possibile

Dopo voto ieri no deal più vicino.Barnier, no a scaricabarile Gb

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 30 GEN - "Il dibattito e il voto di ieri ai Comuni non cambia questo: l'accordo di divorzio non sarà rinegoziato". Così il presidente della Commissione Ue Jena-Claude Juncker al Parlamento europeo sulla Brexit.

L'accordo attuale "resta il solo e il migliore possibile, lo abbiamo detto a novembre, ribadito in dicembre e poi a gennaio".

"Il voto di ieri" a Londra però "ha acuito il rischio di un'uscita non ordinata e quindi dobbiamo continuare a prepararci per tutti gli scenari, anche i peggiori", ha sottolineato Juncker. "Sono ottimista di natura", cosa che "mi porta a credere che ci sarà un accordo con il Regno Unito. Lavoreremo giorno e notte per farlo accadere e per assicurare che siamo pronti in caso contrario", ha aggiunto.

Inoltre la premier britannica Theresa May "aveva dato il suo impegno personale" per evitare un ritorno a una frontiera dura con l'Irlanda, ma "nessuna rete di sicurezza potrà mai essere sicura se è a durata determinata", ha avvertito il presidente della Commissione. "Il backstop fa parte dell'accordo di recesso che non sarà rinegoziato", ha avvertito il capo negoziatore Ue Michel Barnier, "questo backstop non è dogmatico è una soluzione realistica". Barnier ha poi precisato che "l'Ue è pronta a lavorare a delle soluzioni alternative al backstop, come è stato chiesto ieri dalla Camera dei Comuni, ma dopo la firma dell'accordo di ritiro".

"Ho difficoltà ad accettare questo gioco dello scaricabarile che alcuni" in Gran Bretagna "vogliono giocare contro di noi", dal momento che la premier Theresa May "ha preso le distanze dall'accordo che aveva lei stessa negoziato". Così il capo negoziatore Ue Michel Barnier al Parlamento europeo durante il dibattito sulla Brexit, ricordando che l'Ue "ha sempre negoziato con e non contro la Gran Bretagna".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: