Previsioni Ue,a giugno anche nuovo rapporto su debito Italia

Spiega motivi dell'aumento e fotografa deviazione da obiettivi

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 7 MAG - Assieme alle raccomandazioni specifiche, la Commissione Ue preparerà un nuovo rapporto sul debito italiano (noto come 126.3) in tempo per la prossima valutazione dei conti pubblici di inizio giugno. Il rapporto è reso necessario dal debito elevato, e serve ad approfondire le dinamiche del suo aumento. L'ultimo è stato fatto a novembre scorso, e gettava le basi tecniche per giustificare l'apertura della procedura per debito eccessivo. Il rapporto farà una fotografia della deviazione dei conti italiani rispetto alle ultime raccomandazioni di maggio 2018.

L'anno scorso Bruxelles aveva chiesto all'Italia un miglioramento del deficit strutturale di 0,3% nel 2018 e 0,6% nel 2019. Sui due anni, quindi, si tratta di un miglioramento di 0,9%. Sottraendo la massima deviazione consentita dalle regole nei due anni (0,5%), l'Italia avrebbe dovuto assicurare almeno lo 0,4%. Invece, secondo le stime Ue, il saldo strutturale è peggiorato di 0,3%. Ne deriva un 'buco' di 0,7%, ovvero oltre 11 miliardi di euro. La cifra non è definitiva, e la Commissione la ricalcolerà nel rapporto sul debito a inizio giugno. Ad essa andranno comunque poi sottratte le eventuali flessibilità o fattori eccezionali che i commissari vorranno accogliere, motivo per cui, al momento, non è possibile ricavare un'indicazione sulla necessità di eventuali manovre correttive.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: