Foreste: Remaschi, Toscana per tutela e innovazione

Assessore presenta a Bruxelles progetto Ue 'Rosewood'

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Creare una rete di Regioni in grado di migliorare la capacità di valorizzare il legname e mobilizzarlo come risorsa europea nelle filiere industriali. Questo l'obiettivo del progetto Ue 'Rosewood', presentato oggi durante una conferenza sulle foreste europee ospitata dalla commissione Risorse naturali del Comitato Ue delle Regioni (CdR). "Siamo molto interessati a tutto ciò che parla di forestazione, per il valore che ha per noi come Toscana, ma anche per l'impatto che ha sul nostro paesaggio, sull'aspetto ambientale, turistico e non solo", ha commentato l'assessore all'agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, al termine del suo intervento.

Il progetto Rosewood conta 15 partner da 10 Paesi, fra cui governi regionali (come la Toscana), cluster tecnologici, centri di ricerca, università e aziende private. "Parliamo di progettualità, di ricerca e innovazione, ma anche di acquisire una serie di dati molto importanti per una gestione attiva delle foreste" ha continuato Remaschi, ricordando che tale gestione deve essere sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico, perché "se le aziende non guadagnano, non c'è né formazione né prospettiva e rischiamo di avere un grande patrimonio che non viene gestito". "In Toscana serve coinvolgere maggiormente settore il privato, che è proprietario del 90% del patrimonio forestale", ha sottolineato l'assessore.

Il 15 e 16 gennaio 2020 Firenze ospiterà l'evento finale del progetto Rosewood.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: