Calenda, mancare occasione ripresa è condanna morte

Incontro Regioni sulla strategia industriale Ue

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Mancare l'occasione" per la ripresa economica "e implementare questo processo nel modo sbagliato è una condanna a morte per l'Europa". Così l'eurodeputato e leader di Azione Carlo Calenda, durante un webinar su strategia industriale, Recovery e transizione energetica organizzato insieme a Jeannette Baljeu (Renew Europe), ministra regionale olandese e redattrice del parere sulla strategia industriale Ue per il Comitato delle Regioni (CdR).

Il sistema industriale è "molto fragile" a causa della concomitanza di pandemia e le transizioni "gemelle" verde e digitale, ha detto Calenda - autore anche di un rapporto sullo stesso tema adottato dal Parlamento europeo -, ribadendo la necessità di una revisione che tenga conto della crisi attuale. Senza dare alle aziende "abbastanza mezzi finanziari" per investire, "affronteremo il rischio di andare verso un processo di deindustrializzazione, cosa che non possiamo permetterci", ha sottolineato.

L'eurodeputato ha poi fatto l'esempio della decarbonizzazione del settore dell'acciaio e sottolineato che serve una tassa sul carbonio "perché se non proteggiamo i nostri standard, mentre li stiamo alzando, avremo soltanto più inquinamento e meno industrie in Europa". Gli altri partecipanti al dibattito hanno chiesto standard comuni e descritto le difficoltà legate agli obiettivi sulla neutralità climatica nel 2050, ma questo "non significa che dobbiamo ignorare" questa ambizione, ha precisato Calenda.

L'incontro di oggi fa parte del filone di eventi organizzati dal Parlamento europeo e dal Comitato, che vedono politici ed esperti fornire approfondimenti e spunti per la ripresa post-Covid. In particolare, si vogliono dare risposte alle Regioni che in questo momento di "grande incertezza" dovranno affrontare la strategia industriale delineata dalla Commissione lo scorso anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: