Sps Italia,stampa 3D in forte evoluzione

Wich, è parte integrante manifattura 4.0

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 04 DIC - "L'additive manufacturing (stampa 3D) è un settore in grandissima evoluzione che sta diventando sempre di più parte integrante nei processi produttivi e ha una ragione di esistere accanto alle altre soluzioni per la digitalizzazione dell'industria, come robotica e meccatronica". A spiegarlo è l'amministratore delegato di Messe Frankfurt Italia, Donald Wich, in occasione della conferenza stampa "Dieci dialoghi tra uomo e tecnologia", attraverso i quali è stata ripercorsa la storia di Sps Italia, la fiera di riferimento in Italia per l'automazione industriale (in programma il 28-30 maggio 2020 a Parma). Alla luce di questa evoluzione, Sps Italia ha deciso di ampliare il "District 4.0", collegato alle tematiche della quarta rivoluzione industriale, con una nuova area dedicata alle tecnologie additive e stampa 3D. "L'additive manufacturing è un ambito già di competenza del gruppo Messe Frankfurt attraverso il brand fieristico Formnext, leader nel mondo per le tecnologie connesse alla produzione additiva, nato cinque anni fa a Francoforte". Qui "i produttori e le imprese italiane acquistano sempre più importanza e l'interesse per l'additive manufacturing sta aumentando anche in Italia", afferma il vicepresidente di Formnext, Sascha F.Wenzler. La collaborazione tra uomo e macchina "è un altro dei temi sviluppato in questi anni da Sps Italia - aggiunge Wich -. I cobot sono una nicchia di mercato (3%) ma in fortissima crescita e questa collaborazione è strategica perché consente di creare posti di lavoro altamente qualificati senza mettere a rischio l'occupazione”(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: