Liguria

Comune Genova, entro ottobre Diga Begato non esisterà più

Scajola, dipende da meteo ma contiamo di accelerare lavori

 Sarà conclusa a ottobre con due mesi di anticipo rispetto ai tempi inizialmente previsti la demolizione della Diga Rossa di Begato, il quartiere genovese di edilizia residenziale pubblica protagonista di un progetto di riqualificazione da parte della Regione Liguria e del Comune di Genova. Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Urbanistica Marco Scajola durante la conferenza stampa sul bilancio del primo anno di mandato della Giunta Toti. "Naturalmente molto dipenderà dal meteo, - ha puntualizzato - ma noi contiamo di andare avanti e dare una forte accelerazione al programma di demolizione della Diga di Begato, in modo da chiudere defintivamente il cantiere a gennaio 2022, iniziare il recupero degli alloggi che non saranno demoliti e dalla primavera 2022 le nuove costruzioni previste dal progetto".
    Da ieri è stata riaperta al traffico via Maritano. A giugno scorso sono stati conclusi i lavori di demolizione dei 55 mila metri cubi di cemento armato della cosiddetta Diga Bianca di Begato. A luglio è inziaito l'abbattimento della Diga Rossa. A fine agosto erano già stati demoliti 130 mila metri cubi di cemento armato sui 170 mila totali dell'edificio.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      MyWay Autostrade per l'Italia
      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie