Università: rettore Camerino più votato in nuova giunta Crui

Pettinari, orgoglioso risultato.Già nell'organo Adornato (Unimc)

Redazione ANSA ANCONA

   Il Rettore dell'Università di Camerino, Claudio Pettinari, è stato il più votato tra i sei nuovi membri eletti oggi all'interno della Giunta esecutiva della Crui, la Conferenza dei Rettori delle Università italiane.
    Ha ottenuto 34 voti su 82 votanti, il maggior numero di preferenze tra quelle espresse ai sette candidati in lista. Gli altri componenti eletti sono Paolo Andrei (Università di Parma), Giovanni Betta (Università di Cassino e del Lazio Meridionale), Raffaele Calabrò (Università Campus Bio-Medico di Roma), Francesco Cupertino (Politecnico di Bari), Giovanni Francesco Nicoletti (Università della Campania Luigi Vanvitelli).
    L'elezione della nuova Giunta Crui si è tenuta completamente online, grazie all'utilizzo della piattaforma open source Eligere, sviluppata dal sistema universitario. Completano la giunta 5 membri ancora in carica: Ferruccio Resta (Politecnico di Milano), Francesco Adornato (Università di Macerata), Salvatore Cuzzocrea (Università di Messina), Rosario Rizzuto (Università di Padova), Maurizio Tira (università di Brescia).
    "Sono molto orgoglioso di questo risultato - ha sottolineato il prof. Pettinari - che mi consentirà di rappresentare all'interno della Giunta Crui le diverse anime degli atenei italiani che compongono la Conferenza. La situazione che stiamo vivendo, pur nella sua gravità, ci fornisce una grande occasione di cambiamento e sviluppo, che potremo cogliere solo se sapremo collaborare e, uniti, progettare percorsi virtuosi che non lascino indietro nessuno, che sappiano coniugare trasparenza e autonomia, qualità e crescita dei singoli Atenei". "In questa fase - ha osservato - occorre mettere in campo una strategia di 'una diseguale pari opportunità' per permettere a tutti gli atenei di poter reagire secondo le proprie specificità e caratteristiche. Sono convinto, e credo lo siano anche i colleghi che hanno sostenuto la mia candidatura, - ha detto ancora - che la Crui debba rappresentare esigenze differenti riuscendo ad essere e fare sintesi fra tutte, ribadendo il suo ruolo di primo interlocutore nei confronti del Governo, del Parlamento e delle associazioni di categoria, abbattendo le contrapposizioni, aumentando le collaborazioni". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie