Torino, edicola Porta Palazzo diventa portineria di quartiere

Anche 'Spaccio Cultura', aiuterà persone fragili

(ANSA) - TORINO, 09 LUG - L'ex edicola chiosco di Porta Palazzo, nel cuore multietnico di Torino, diventa Portineria di Comunità e Spaccio di cultura. Inaugurata il 9 luglio, offrirà servizi a pagamento come la consegna della spesa, di pacchi o di fiori, commissioni in uffici pubblici, sos tecnologia, minitraduzioni, babysitting, dogsitting, ma anche laboratori, musica e cinema. Il progetto della Città di Torino, realizzato con l'Ufficio Pastorale Migranti e il contributo della Fondazione Crt, aiuterà le persone fragili ed è stato riconosciuto dall'Unione Europea come buona pratica nei mesi di lockdown e progetto d'innovazione sociale replicabile.
    Il servizio di portineria era stato lanciato già a ottobre seguendo il modello francese di Lulù. I due portinai giravano per il centro di Torino su una bici a tre ruote per consegnare fiori, spesa, pacchi. Sarà anche punto informativo per le attività culturali e turistiche della città e nei mesi primaverili ed estivi un punto di riferimento per studenti e adolescenti che potranno incontrarsi e studiare, grazie anche al Wi-Fi gratuito intorno allo spazio dell'edicola dove saranno sistemati alcuni tavolini. Per far sì che tutto il territorio collabori, oggi alla presenza delle autorità e dei vecchi edicolanti, è stato firmato un 'Patto di comunità', un documento che ha al centro l'idea di prossimità e reciproco aiuto.
    La struttura è stata concessa dal Comune di Torino alla Rete Italiana di Cultura Popolare e resterà aperta per ora dalle 9.30 alle 18, dal lunedì al sabato. Si potranno chiedere i servizi di portineria scrivendo alla mail info@spacciocultura.it, entrando nel sito www.spacciocultura.it, o chiamando il numero 3478788271. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie