Tre arrestati per ritorsioni contro vicino, indagato sindaco

Nel vercellese, avrebbe rallentato iter di esproprio terreno

(ANSA) - VERCELLI, 11 SET - Un'indagine dei carabinieri coordinata dalla Procura di Vercelli sfociata in tre arresti per rapina aggravata e lesioni aggravate ha coinvolto anche il sindaco di Cigliano, che ha ricevuto un avviso garanzia per le ipotesi di reato di abuso d'ufficio e turbata libertà degli incanti; perquisito il Municipio.
    I tre arrestati, appartenenti ad una famiglia del luogo, si sarebbero vendicati su un vicino di casa che aveva presentato anni prima un esposto nei loro confronti, terminato poi con una condanna per abuso edilizio. La procura ha accertato che si è trattato di un'azione ritorsiva: i tre, dopo essere stati denunciati, avevano danneggiato l'auto del vicino, lanciando grossi sassi, procurato ferite e rubato il portafogli. Gli investigatori hanno raccolto gravi indizi nei confronti dei tre arrestati, tant'è che il pm ha chiesto misure cautelari in carcere, eseguite durante la scorsa notte. Durante le indagini sarebbe stata accertata "un'anomala vicinanza tra la famiglia e il sindaco", precisano dalla procura: il primo cittadino avrebbe tentato a più riprese di rallentare l'iter di esproprio del terreno su cui c'era stato l'abuso edilizio. Per questo motivo il primo cittadino è stato raggiunto da un avviso di garanzia per l'ipotesi di reato di abuso d'ufficio e turbata libertà degli incanti. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie