Carabinieri: ricordato a Saluzzo il generale Dalla Chiesa

Nella città piemontese dove nacque 100 anni fa

(ANSA) - TORINO, 27 SET - Un monumento a Carlo Alberto Dalla Chiesa è stato inaugurato oggi a Saluzzo (Cuneo), la città piemontese dove il generale nacque cento anni fa. La cerimonia, cui ha preso parte il ministro della difesa, Lorenzo Guerini, si è svolta in piazza Garibaldi. L'opera è un totem in pietra, vetro e acciaio alto quattro metri ed è stata realizzata da sei artisti saluzzesi: Ugo Giletta, Alessia Clema, Guido Palmero, Lorenzo Griotti, Franco Giletta e Anna Panacci Valla.
    Dalla Chiesa nacque a Saluzzo il 27 settembre 1920. "Siamo qui - ha detto Guerini - per tenere vivo il suo esempio e tramandarlo nel tempo. Nel corso della sua vita militare il generale Dalla Chiesa dimostrò tantissime virtù, ma ciò che lo rese unico fu probabilmente la sua innata capacità di aggiungere al rigore della divisa l'intelligenza dell'intuito e l'innovazione investigativa. Non abbassò mai lo sguardo, dando eccezionale prova di coraggio e di fedeltà ai valori della democrazia, anteponendo il bene comune ad ogni altro interesse.
    Il comandante generale dei carabinieri, Giovanni Nistri ha ricordato che, sebbene in ogni caserma debba esserci la fotografia del presidente della Repubblica e del comandante dell'Arma, "spesso vi si trova anche un'immagine del generale Dalla Chiesa perché il suo insegnamento e la sua integrità morale sono un esempio per tutti noi carabinieri".
    "Nei mesi scorsi - ha affermato il figlio Nando Dalla Chiesa - ho avuto modo di consultare alcuni documenti scambiati tra mio padre, allora comandante della legione carabinieri di Palermo, e la Commissione parlamentare antimafia. E ho potuto comprendere come venisse posta particolare attenzione alla parole di mio padre e ai suoi documenti firmati con quella stilografica verde che ancora ricordo sulla sua scrivania. La sua firma, così minuta ma curata, mi porta a mettere in evidenza il valore della firma di ognuno di noi, delle decine di migliaia di firme che ogni giorno apponiamo sui documenti. Il peso del nostro nome, con la firma, certifica la realtà, e la certificazione del vero, e non del falso, rappresenta è il nostro impegno lotta quotidiana contro ogni falsità, ogni sopruso, ogni mafia".
    "Sono venuto a Saluzzo questa mattina con mio figlio perché ad ogni evento del genere ogni adulto dovrebbe avere per mano un bambino per trasmettere valori e senso civico". E' quanto ha detto il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, oggi a Saluzzo (Cuneo) per celebrare la figura del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie