Maltempo: alluvioni, servono 230 mln per somma urgenza

Assessore Gabusi in V commissione regionale

(ANSA) - TORINO, 14 OTT - "Dopo l'alluvione di inizio ottobre, la stima di 230 milioni di danni di somma urgenza è stata comunicata al Governo centrale già da venerdì". Lo ha spiegato l'assessore alla Protezione civile del Piemonte, Marco Gabusi, in V Commissione, relazionando sui danni della recente calamità.
    "I commissari - sia di maggioranza sia di opposizione - spiega il presidente della Commissione, Angelo Dago, si sono confrontati proficuamente con l'assessore facendo il punto della situazione. Sono necessarie ingenti risorse in tempi brevi per gli interventi urgentissimi di ripristino, visto che siamo ancora all'inizio della stagione nella quale possono verificarsi altri eventi alluvionali. Tra le opere principali da rimettere in sesto ci sono quelle al Tenda, il ponte di Romagnano e la riattivazione del Canale Cavour".
    "Oltre la situazione difficilissima a Limone - aggiunge - si è parlato della necessità di dragare i fiumi, ed è intenzione della Commissione audire il Magistrato del Po, che ha competenza su molti dei tratti fluviali critici. E' stato affrontato il tema del commissariamento e dei poteri che dovrà avere il commissario per poter ricreare situazioni simili a quella che ha permesso la rapida ricostruzione del ponte di Genova. Ancora, è stato proposto di aprire un tavolo di riflessione sul ruolo degli enti locali nelle emergenze di protezione civile e dell'appoggio che è necessario dare ai piccoli Comuni, privi di strutture tecniche sufficienti per affrontare i problemi conseguenti agli eventi alluvionali". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie