COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Domus Line: illuminazione d’arredo tra innovazione e globalizzazione a supporto dei big del mobile

Pagine Sì! SpA

Dal grande produttore di mobili ai distributori di accessori per l’arredo e, attraverso questi, a mobilieri e piccoli artigiani di oltre 70 Paesi in ogni parte del globo, UE in primis, ma anche Nord America, Russia, Est Europa, Australia e Nuova Zelanda.

Un mercato vastissimo, quello presidiato da Domus Line, azienda specializzata nella progettazione e produzione di apparecchi di illuminazione per il settore del mobile, cresciuta nel Nord est italiano, proprio nel cuore di uno dei distretti più integrati al mondo.

Un mercato reso ancor più impegnativo dalla complessità che avvolge il prodotto “elettrico”, con una giungla di certificazioni, regole e normative che fungono da vere e proprie “barriere doganali”.

“Per molti dei nostri clienti - precisa Alberto Zannese, Compliance Manager di Domus Line - rappresenta spesso un’impresa titanica esportare in determinati Paesi, in quanto gli apparecchi elettrici sono storicamente tra i prodotti più protetti, e molti Governi impongono severissime ‘barriere tecniche’ che, di fatto, fungono da vere e proprie barriere doganali’. La merce non conforme ai requisiti non passa”.

La soluzione di Domus Line si chiama GMA (Global Market Access), lo strumento ideato per estendere la certificazione a tutta la gamma dei prodotti dei clienti e fornire loro i requisiti per esportare in ogni Paese.

Domus Line, infatti, offre una vasta gamma di apparecchi di illuminazione certificati secondo gli schemi CE, CB, ENEC, UL, CSA, EAC, RCM, che consentono ai propri partner industriali e commerciali di importare ed esportare facilmente i prodotti nei cinque continenti.

E’ un fortissimo carattere distintivo rispetto ai competitors, sempre molto agguerriti in un settore dove il rapporto fornitore-cliente dev’essere improntato, oltre che sulle “tradizionali” fiducia e affidabilità, anche sull’innovazione e sulla capacità di “pensare ed agire globale”, come dimostra appunto il GMA di Domus Line.

Ma Domus Line è un’azienda che “pensa e agisce globale” anche sul versante dell’innovazione.

Innovazione di processo, con l’introduzione di software gestionali di ultima generazione e, soprattutto, l’imminente avvio del magazzino automatizzato, in grado di rendere efficiente ed efficace la produzione e movimentazione di oltre 6mila referenze di prodotto presenti in azienda.

Innovazione che coinvolge soprattutto il prodotto, grazie allo stretto rapporto con designer e architetti del mondo dell’arredo, con i quali si studiano e realizzano le soluzioni migliori anche rispetto alle nuove tendenze legate al 4.0 mixate alla inimitabile creatività italiana.

“La rivoluzione digitale - aggiunge Eliano Chiesurin, Presidente di Domus Line - ha contagiato e coinvolto anche le aziende del nostro settore che, dalla semplice fornitura di apparecchi elettrici, sono passate in breve tempo ad essere elementi determinanti per l’applicazione di nuove tecnologie nel ‘mondo 4.0’ in funzione del miglioramento dei prodotti, dei processi e, soprattutto, della qualità della vita delle persone”.

Parliamo soprattutto di Human Centric Lighting (apparecchi autoregolanti per l’illuminazione rispettosa del nostro orologio biodinamico), LI-FI (la luce che trasporta il segnale internet) e tutte le sfaccettature dell’Internet of Things (IoT), dal dialogo con gli utilizzatori  finali fino alla domotica più spinta.

Domus Line, sempre più furniture lighting d’eccellenza che “pensa e agisce globale”, con la costante ricerca, l’innovazione, l’affidabilità e la reputazione di un brand che rappresenta l’emblema del più invidiato Made in Italy, quello che sa fondere tecnologia, design e servizio al cliente.

 

Nella fotografia a partire da sinistra: Eliano Chiesurin, Loris Battel e Denis Venier

Archiviato in