Dl rilancio: giovani professionisti, 'non fateci emigrare'

Appello a governo categorie under45 in vista sit-in 8 luglio

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 LUG - "Abbiamo deciso di restare, di mettere la nostra professionalità e il nostro impegno al servizio del Paese. Ma moltissimi di noi sono ancora più in difficoltà dopo il lockdown: sempre più precari, sempre più impossibilitati a riaprire i nostri studi. Non costringeteci ad emigrare": è l'appello lanciato al governo dalle componenti giovanili di architetti, assistenti sociali, avvocati, consulenti del lavoro, geometri, ingegneri, notai e periti industriali, professionisti che hanno meno di 45 anni, e lamentano la mancata concessione, al pari delle imprese, del contributo a fondo perduto del decreto rilancio. La loro protesta, si segnala, si terrà mercoledì 8 luglio, quando insceneranno un sit-int dinanzi a Montecitorio, alle ore 15.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie