'L'Inferno nel cuore', torna poliziesco di Paganelli

Giornalista uccisa, il commissario Blanchard indaga a Milano

 Torna in libreria Ludovico Paganelli col suo secondo poliziesco 'L'Inferno nel cuore', riproponendo la figura di Margot Blanchard (protagonista già del primo lavoro 'Il Seme della Violenza', pubblicato da Mondadori nel 2018) impegnata nella sua nuova inchiesta milanese a capo del commissariato di piazza San Sepolcro.

Un romanzo che, come il precedente, 'vive' negli ambienti più familiari di Milano, tra le strade del centro, tra foro Bonaparte e piazza Giulio Cesare, dai grattacieli del nuovo sky-line alla vecchia Milano delle stradine dietro Sant'Ambrogio, dai fenicotteri rosa di villa Invernizzi all'ambiente esclusivo del ristorante Armani in via Manzoni.

Questa volta Paganelli racconta la storia di due donne, unite da uno stretto legame di sangue, ma separate tra loro da una generazione. La vicenda, che affonda le sue radici fin negli anni della guerra e delle atrocità del nazismo, vede nel 2016 l'assassinio di Eva Mayer, giornalista, di origini ebraiche. La donna, che ogni sera teme il rientro a casa perché deve affrontare un marito violento e alcolizzato, nell' illusione di cercare svago altrove e riscoprire consapevolezza in se stessa, entra in un giro d'affari pericoloso e più grande di lei, dal quale non potrà più uscire.

Con il ritrovamento del suo cadavere, il commissario Blanchard torna a indagare su un nuovo caso che scuote le coscienze e anima l'opinione pubblica milanese.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie