Sala, il banchiere che piace a Lega e Fondazioni

Già vicepresidente di Intesa, ora attivo nel private equity

Classe 1968, di Monza con tre figli, Marcello Sala ha una articolata esperienza nel settore bancario e finanziario con incarichi in istituzioni italiani ed internazionali. In Intesa Sanpaolo arriva come consigliere di gestione alla nascita del gruppo dalla fusione delle due grandi banche, nel 2007. Lì arriva a ricoprire la carica di vicepresidente fino al 2016 e anche per questo è ben conosciuto dal patron dell'Acri Giuseppe Guzzetti.

La sua vicinanza alla Lega e specie a Giorgetti ricorre spesso nelle cronache anche se non ha mai ricoperto incarichi politici. Sala ha curato, come curatore fallimentare nel 2009,
la liquidazione di Euronord Holding, la società nata dalle ceneri della banca della Lega Credieuronord, fallita per troppe perdite e poi ceduta alla Popolare Lodi (poi Banco Popolare). Da allora comunque il percorso di Sala è stato nel campo strettamente bancario e finanziario.

Oltre a Intesa Sanpaolo va ricordato il suo ruolo, nel 2008, come fondatore di Banca Itb, la banca dei tabaccai ceduta poi a Intesa nel 2017.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who