/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sindacato Sim Carabinieri, 'gravi ritardi nelle pensioni'

Sindacato Sim Carabinieri, 'gravi ritardi nelle pensioni'

'I colleghi attendono mesi prima di ricevere assegno'

BOLOGNA, 30 maggio 2024, 13:43

Redazione ANSA

ANSACheck

Il sindacato 'Sim Carabinieri', con una lettera inviata al Comando Generale dell'Arma e al presidente dell'Inps, denuncia "il grave ritardo nella lavorazione dei trattamenti pensionistici", con i militari che "devono attendere anche fino a quattro mesi dopo la fine del servizio per ricevere il loro assegno, con gravi disagi economici alle famiglie".
    La collaborazione tra il Cna del comando generale e il polo Inps di Chieti sottoscritta nel 2017, "aveva raggiunto livelli di eccellenza garantendo, sino ad ora, il raggiungimento degli obiettivi, ivi compresa l'erogazione nei tempi dell'assegno pensionistico - dice il segretario del Sim Antonio Serpi - ora però si rende necessario un intervento urgente da parte del presidente dell'Inps per risolvere il problema e ripristinare l'efficienza nella lavorazione dei trattamenti pensionistici".
    Della questione, dice il Sim, sarà informata anche la presidenza del Consiglio "per le dovute verifiche, finalizzate sia a trovare le dovute soluzioni e garantire ai colleghi di poter percepire l'assegno pensionistico all'atto della fine del servizio, sia per accertare eventuali profili di responsabilità che hanno originato questa situazione indegna".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza