• Lady Huawei in aula con il bracciale elettronico e i tacchi a spillo

Lady Huawei in aula con il bracciale elettronico e i tacchi a spillo

In tribunale per l'udienza sull'estradizione. La manager è accusata di frode bancaria e violazioni delle sanzioni americane

Proseguirà nei prossimi giorni l'udienza per l'estradizione in Usa di Meng Wanzhou 'lady Huawei', responsabile finanziaria di Huawei nonche' figlia del fondatore del colosso cinese delle tlc che nonostante la neve ha sfoggiato in tribunale il braccialetto elettronico alla caviglia, sopra un paio di scarpe col tacco a spillo. 

La difesa ha sostenuto che i fatti contestati alla dirigente della societa' cinese non hanno fondamento in Canada, dove non erano in vigore sanzioni contro l'Iran al momento dell'arresto.
"Saremmo qui in assenza delle sanzioni americane? La risposta e' no", ha detto uno dei suoi avvocati.

La dirigente e' accusata dalle autorita' statunitensi di frode bancaria e di violazioni della sanzioni americane contro l'Iran. Arrestata a fine 2018, Wanzhou, 47 anni, è da tempo ai domiciliari in una villa lussuosa a Vancouver e si proclama innocente, dicendosi vittima di una persecuzione politica sullo fondo delle tensioni non solo commerciali tra Washington e Pechino.

La tesi della difesa e' che le accuse non avrebbero fondamento in Canada, che al momento dell'arresto non aveva sanzioni in corso contro l'Iran. Si prevede che l'udienza per l'estradizione possa durare settimane, se non mesi. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie