Ligue1: Lilla pareggia 1-1 a Nizza, poker Lione

Poker Psg con doppiette Kean e Mbappè, vince il Marsiglia

Il Lilla pareggia 1-1 a Nizza e mantiene la testa del campionato in coppia con il Paris Saint-Germain. Risale al sesto posto il Lione che ha battuto nel posticipo 4-1 il Monaco. Vittorie esterne per Strasburgo e Reims e successi casalinghi di Bordeaux e Metz.

Entrambi sconfitti all'esordio in Champions League, Paris Saint-Germain e Marsiglia hanno reagito in campionato rispettivamente battendo 4-0 il Digione e vincendo 1-0 a Lorient. Brilla nel Psg l'attaccante azzurro Moise Kean, che è riuscito a segnare il suo primo gol con la nuova maglia appena tre minuti dopo l'inizio del match e 20' dopo ha siglato la doppietta, su assist di Neymar. Due reti ha segnato anche Kylian Mbappé, entrato a metà ripresa proprio al posto dell'ex juventino per portare a sei il suo bottino stagionale in campionato. Il Psg per ora è primo in classifica con 18 punti, ma domani il Lille cercherà di riprendersi la vetta andando in trasferta a Nizza. Il Marsiglia è quarto con gli stessi punti (15) del Rennes, battuto ieri sera in casa dall'Angers. Domani non si giocherà l'incontro Lens-Nantes, a causa della positività al Covid-19 di undici giocatori nelle file dei padroni di casa. E' la prima partita rinviata in Ligue 1 da agosto in una Francia che deve sempre più fare i conti con una crescita esponenziale dei contagi .

Doppia tegola per il Rennes: prima l'Uefa ha annunciato l'apertura di una procedura disciplinare nei confronti del Rennes per il non rispetto in Champions League delle norme anti-Covid relative al ritorno del pubblico negli stadi; poi la sconfitta sul campo contro l'Angers per 2-1, un ko casalingo che costa il mancato sosrpasso in testa. Il Rennes resta infatti al terzo posto a 15 punti, a -2 dalla capolista Lilla. Con questa vittoria invece Angers sale a 13 punti in zona quarto posto.

Il quadro della ottava giornata

Rennes-Angers 1-2
Lorient-Marsiglia 0-1
Paris SG-Digione 4-0
Lens-Nantes posticipata
Bordeaux-Nimes 2-0
Brest-Strasburgo 0-3
Metz-St. Etienne 2-0
Montpellier-Reims 0-4
Nizza-Lilla 1-1
Lione-Monaco 4-1

L'inchiesta Uefa - La gara incriminata è quella fra la formazione francese ed i russi del Krasnodar di Champions League di martedi' scorso, quando dei circa cinquemila spettatori ammessi allo stadio quasi tutti si erano 'ammassati' in curva. La commissione disciplinare dell'Uefa esaminerà il caso il prossimo 10 novembre. In questo periodo di forte ascesa dei casi di contagio al coronavirus in tutta Europa, l'Uefa da' il segnale che non ammetterà sgarri sul rispetto delle norme anti-Covid negli stadi. Questa sera infatti, il massimo organismo calcistico continentale ha annunciato da Nyon (Svizzera) l'apertura di una procedura disciplinare nei confronti del Rennes, per il non rispetto delle norme sanitarie nel pubblico nella gara di Champions League di martedi' scorso, il 20 ottobre, contro i russi del Krasnodar. Anche se, per le normative vigenti in Bretagna, solo 5000 spettatori erano ammessi, erano stati praticamente tutti stipati in una sola parte dello stadio e gli abbracci fra i tifosi non erano mancati dopo il gol dei francesi (la gara e' poi finita 1-1). Tre le infrazioni sospettate che hanno spinto l'Uefa ad aprire la procedura. Per prima cosa, una violazione delle regole minime di salute e di igiene per il ritorno degli spettatori negli stadi. In particolare, l'Uefa ha notato un non-rispetto della distanza sociale ed il fatto che gli spettatori non sono rimasti nei posti loro assegnati. Per questi motivi, l'Uefa segnala anche una possibile violazione del "protocollo sulla ripresa del gioco". L'ultimo « capo di accusa » riguarda una possibile infrazione al regolamento sulla sicurezza con il blocco di alcune uscite. La commissione disciplinare dell'Uefa esaminerà il caso in occasione della sua prossima riunione, il 10 novembre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie