Premier: Ancelotti cade a Southampton e s'infuria

Primo ko Everton che resta in vetta col Liverpool. Leicester batte l'Arsenal

Il solito Vardy regala al Leicester la vittoria in casa dell'Arsenal. E' sua la firma della rete all'80' che rilancia le Foxes al terzo posto a quota 12 punti. Prima battuta d'arresto in Premier League per Carlo Ancelotti e il suo Everton, usciti sconfitti (2-0) dal St.Mary's Stadium di Southampton contro la squadra allenata da Ralph Hasenhuttl. Accade tutto, o quasi, nel primo tempo, con i padroni di casa in gol grazie a Ward-Prowse al 27' e Adams al 35'. La squadra di Liverpool ha chiuso il match in inferiorità numerica per l'espulsione del francese Digne, avvenuta al 27' della ripresa, proprio mentre gli ospiti cercavano di risalire la china. Una decisione, quella del'arbitro Kevin Friend, che ha fatto infuriare il tecnico di Reggiolo. L'Everton resta in vetta alla classifica della Premier, ma viene affiancato dai 'cugini' del Liverpool, che ieri hanno sconfitto di misura lo Sheffield United (2-1). Le due squadre di Liverpool sono appaiate a 13 punti dopo 6 giornate, un punto sopra l'Aston Villa di Birmingham, sconfitto venerdì in casa dal Leeds United del 'loco' Bielsa.

 

Il quadro della sesta giornata

  • Aston Villa-Leeds 0-3
  • West Ham-Manchester City 1-1
    Fulham-Crystal Palace 1-2
    Manchester United-Chelsea 0-0
  • Liverpool-Sheffield 2-1
  • Southampton-Everton 2-0
    Wolverhampton-Newcastle 1-1
  • Arsenal-Leicester 0-1
  • Brighton-West Bromwich lunedì ore 18.30
  • Burnley-Tottenham ore 21

Il Manchester City non va oltre l'1-1 in casa del West Ham e resta nella parte destra della classifica di Premier League dopo cinque partite. Il Liverpool batte 2-1 lo Sheffield United nella sfida che chiude il programma di incontri del sabato della sesta giornata. E' senza reti, invece, la partita all'Old Trafford tra Manchester United, con l'esordio in campo di Cavani, e Chelsea, che perde il quinto posto in favore del Crystal Palace, vittorioso 2-1 sul Fulham ultimo in classifica. Il City rimane, almeno sulla carta, il principale rivale del Liverpool, ma i risultati ottenuti finora fanno crescere i dubbi sulla capacità della squadra di Guardiola di rispettare il pronostico. Il West Ham si è portato in vantaggio nel primo tempo ma a inizio ripresa l'appena entrato Foden ha pareggiato per il City che poi pur dominando non è più riuscito a segnare, anche grazie alle ottime parate di Fabianski. "Tanti infortuni, mancanza di preparazione, poco tempo per recuperare e partite difficili che abbiamo giocato finora" sono, secondo il tecnico catalano, le cause del deludente inizio di stagione. La squadra di Juergen Klopp, priva dell'infortunato Virgil van Dijk, ha approfittato del turno interno ma si è trovata ad inseguire la rete di Berge su rigore al 13', pareggiando con Firmino sul finale di tempo e segnano la rete vincente con Jota al 19' st. I Reds sono ora primi con l'Everton di Carlo Ancelotti, che però gioca domenica a Southampton e può mantenere i cugini a distanza. Ha qualcosa di storico il risultato dello United, che non è riuscito a vincere nessuna delle prime tre partite casalinghe di campionato per la prima volta dal 1972/73. Colpo del Leeds che nell'anticipo della sesta giornata di Premier vince 3-0 in casa di un lanciatissimo Aston Villa e si porta al terzo posto. Mattatore della serata è Bamford, autore della tripletta che rilancia le ambizioni della terribile matricola guidata da Bielsa. L'altra protagonista, l'Everton di Ancelotti dovrebbe fare il pieno in casa del Southampton. Ma il clou della Premier e' a Old Trafford: l'United, in ripresa dopo un inizio fallimentare, riceve il Chelsea.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie