Coronavirus, il Barcellona taglia gli stipendi alla Cantera: -30%

Decisione unilaterale con effetto dal 14 marzo

Il Barcellona taglia gli stipendi della Cantera (il suo settore giovanile) del 30%, a far data dal 14 marzo e con decisione unilaterale. Il club, scrive 'As', ieri ha informato ufficialmente i responsabili. Il provvedimento proseguirà per la durata dello stato di allarme dovuto al coronavirus, che in Spagna sta producendo effetti devastanti.

La decurtazione in busta paga interesserà tutto il personale, sia il Barcellona B sia le due squadre giovanili, A e B. Il Comitato aziendale ha chiarito che lo stipendio di marzo sarà pagato per intero. Il taglio si farà sentire su aprile, pagato a maggio, quando si sommeranno i 17 giorni di marzo.

Sono stati i dirigenti del calcio di base a rendere nota la riduzione degli stipendi: Patrick Kluivert, Jordi Roura e Aureli Altamira. Per loro il taglio sarà anche più consistente, arrivando al 50%. Per molti allenatori, dipendenti e giocatori è un vero colpo, sottolinea 'As': nella maggior parte dei casi si tratta di persone con contratti che non superano i 45mila euro lordi l'anno.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie