Intervento in ospedale Perugia per neonata malformata

Ora è in Unità terapia intensiva neonatale

(ANSA) - PERUGIA, 19 NOV - Il Covid non ha fermato gli interventi chirurgici di alta specialità all'Azienda ospedaliera di Perugia. Nella notte del 17 novembre, è nata con taglio cesareo urgente una bambina con diagnosi già nota di enfalocele, un difetto della parete addominale considerato una tra le più gravi malformazioni neonatali.
    L'intervento è stato eseguito dal dottor Giuseppe Luzi, assistito dalle ostetriche Francesca Angelelli e Lauramaria Fumu della struttura di Ostetricia e ginecologia, che aveva già fatto la diagnosi prenatale alla 23 esima settimana. Successivamente - riferisce il Santa Maria della Misericordia - è toccato all'equipe di chirurgia pediatrica diretta dal dottor Marco Prestipino - coordinatrice dell'anestesiologia pediatrica la dott.ssa Simonetta Tesoro - sottoporre la neonata a un delicato intervento chirurgico. Prestipino ha spiegato che si è tra l'altro resa necessaria "la costruzione di un neo-ombelico assente nei casi di onfalocele, per ristabilire così anche la normalità estetica".
    L'intervento chirurgico, riferisce ancora l'ospedale, è perfettamente riuscito e la piccola paziente ora è assistita presso l'Unità di terapia intensiva neonatale diretta dalla dottoressa Stefania Troiani. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie