Raccolte 1.800 firme per ospedale Narni

Sindacati dei pensionati le consegnano al sindaco

(ANSA) - NARNI (TERNI), 19 NOV - I pensionati di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, insieme ai segretari confederali, nel corso di una manifestazione davanti all'ospedale di Narni hanno consegnato al sindaco, Francesco De Rebotti, una petizione di 1.800 firme raccolte per chiedere il pieno funzionamento di ospedali e distretti attualmente aperti, la costruzione del nuovo nosocomio e la riapertura degli uffici Inps. "In questo momento ci sentiamo cittadini di serie B - hanno spiegato i rappresentanti sindacali, illustrando l'iniziativa - ed è per questo che abbiamo voluto raccogliere il forte malcontento che c'è tra la popolazione locale e tradurlo in richieste precise, che abbiamo inoltrato anche alla presidente della Regione e al direttore dell'Inps di Terni".
    In particolare sindacati e cittadini chiedono di "portare a termine secondo le procedure stabilite l'iter per la costruzione del nuovo ospedale, il più grande investimento mai fatto su questo territorio, 60 milioni di euro". Inoltre, si chiede di garantire fino all'apertura del nuovo ospedale la "piena funzionalità" di quelli attuali di Narni e Amelia, compresa la "riapertura H24 del primo soccorso", e dei distretti. Infine, i sindacati chiedono "tempi certi" per la costruzione della casa della salute di Amelia e la riapertura degli uffici Inps di Amelia e Narni.
    Sabato mattina, alle 10, il presidio verrà replicato di fronte all'ospedale di Amelia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie