/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ascani, sul Tpl danni incalcolabili per gli umbri

Ascani, sul Tpl danni incalcolabili per gli umbri

Secondo la deputata del Pd 'il Governo scappa'

PERUGIA, 29 maggio 2024, 18:50

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"C'era da aspettarselo, dal governo non sono arrivate decisioni per risolvere il disagio che stanno vivendo i cittadini umbri vessati dal caos del trasporto pubblico locale": lo ha detto Anna Ascani, vicepresidente della Camera e deputata del Pd, intervenendo in Commissione Trasporti della Camera dei deputati. "Alla mia interrogazione è stato risposto elencando le misure tardive e inefficaci adottate da Trenitalia e Rete ferroviaria italiana. Praticamente il governo scappa invece di trovare una soluzione" ha aggiunto.
    "I danni per la comunità umbra - ha sostenuto Ascani in una nota - sono incalcolabili: persone che perdono giornate di studio, di lavoro, addirittura visite mediche importanti prenotate da mesi. Quando sarebbe bastato programmare per tempo gli interventi, anche con il coinvolgimento di Regione, Provincia e Comuni. Invece i disservizi continuano e non è neanche dato sapere quanto si protrarrà questa assurda situazione. Insisteremo a chiedere, non lasceremo in pace il governo: ai lavoratori, agli studenti, a chi necessita di cure e assistenza, ai pendolari va garantito il diritto alla mobilità e alla serenità".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza