Abruzzo

Anpi, stop razzismo, ripristinare murales di Willy e George

Appello a sindaco Pescara,si adoperi come fatto per corona Foibe

(ANSA) - PESCARA, 08 GIU - L''Anpi di Pescara chiede al Comune di Pescara di adoperarsi per la ricostruzione dei murales di Willy Monteiro e George Floy vandalizzati in poco più di 48 ore, con la stessa energia con la quale nello scorso gennaio l'ammistrazione si mosse per riposizionare una corona di fiori vandalizzata presso un monumento dedicato ai morti delle foibe.
    L'associazione dei partigiani non crede alle coincidenze "i due episodi, ravvicinati nel tempo e nello spazio e per i quali si è già mossa la locale Questura, sembrano indicare una comune matrice razzista che non va sottovalutata ma va, anzi, combattuta, iniziando a chiamare le cose con il proprio nome e non limitandosi ad una generica, seppur sacrosanta, condanna", si legge in una nota.
    Quindi, prosegue l'Anpi all'indirizzo dell'amministrazione Masci "Il razzismo va chiamato razzismo, senza giri di parole, e come tale va affrontato anche con atti concreti da parte delle Istituzioni: chiediamo al Sindaco, pertanto, di adoperarsi affinché siano immediatamente ripristinati, come accaduto in occasione del Giorno del Ricordo quando fu vandalizzata la corona posta sulla lapide di piazza Martiri Dalmati e Giuliani, i due murales di via Firenze e di via Milano chiedendo allo Street Artist _Ipman di riproporre le opere esattamente dove erano, e di impegnare l'Amministrazione comunale a combattere questi fenomeni non più isolati che tendono a minare i principi basilari su cui si basano la nostra democrazia e la nostra comunità. Sui valori costituzionali dell'uguaglianza, della tolleranza, del rispetto per i diritti altrui, possiamo e dobbiamo trovare l'unità e la forza per sconfiggere il razzismo ed ogni forma di discriminazione". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie