Abruzzo
  1. ANSA.it
  2. Abruzzo
  3. Maxxi: omaggio a Mariani, parte mostra diffusa all'Aquila

Maxxi: omaggio a Mariani, parte mostra diffusa all'Aquila

Quattro palazzi storici ospitano le opere del pittore aquilano

(ANSA) - L'AQUILA, 08 DIC - La "Croce Archetipica" nella stanza della Voliera è la prima delle opere di Marcello Mariani in mostra del MAXXI L'Aquila, fino al 9 gennaio. È stato inaugurato oggi nella sede del Museo del XXI secolo "Omaggio a Marcello Mariani", una mostra diffusa sull'artista aquilano che disegna un percorso immaginario nelle vie del centro storico.
    Altre opere dell'artista sono installate al Palazzo dei Combattenti, sede della Fondazione Carispaq, Palazzo Cappelli Cappa che ospita la Fondazione Giorgio de Marchis Bonanni d'Ocre Onlus, nella sede di BPER Banca sotto i Portici di Corso Vittorio Emanuele e nella sede del Rettorato dell'Università degli Studi dell'Aquila di Palazzo Camponeschi. "L'Omaggio a Mariani è il pezzo forte, nella sala principale del Museo", ha detto Bartolomeo Pietromarchi, direttore MAXXI L'Aquila. "La mostra si apre alla città con altre quattro sedi, come è nello stile del MAXXI che si è messo in relazione con tutte le istituzioni culturali della città, come GSSI e Accademia di Belle Arti". La Croce archetipica è formata da cinque tele, disposte sul pavimento a croce greca. Raffigurano la terra ed elementi naturali. Altre forme rimandano ad una idea di ultraterreno e di angeli. Questa costante tensione fra terra e cielo, leggerezza e gravità, richiama costantemente il rapporto di grande intimità dell'autore con il territorio abruzzese e con la città dell'Aquila i cui palazzi sono stati spesso soggetto di interventi dell'artista che era solito riappropriarsi di pezzi di intonaco e frammenti rinvenuti in strada che utilizzava poi nella creazione delle opere d'arte. "Siamo fieri della presenza dell'opera di mio padre in un contesto così ricco di cultura, tra Salgado e Gardin", ha detta Daniele Mariani, figlio del pittore. "L'idea è stata di Pietromarchi, nata guardando i cataloghi e le vecchie opere di mio padre. L'Aquila oggi può dialogare con le grandi capitali internazionali della cultura grazie al MAXXI che, a partire dal palazzo, è una grande opera d'arte concettuale. Mio padre viene da questa terra e a questa cultura deve l'origine della sua arte". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie