ASviS

Responsabilità editoriale di ASviS

Al via la 3° edizione della scuola ASviS-Comune di Milano

Formazione di alto profilo sulle politiche di sviluppo sostenibile implementabili nei e dai territori.

ASviS

Ricomincia, per il terzo anno consecutivo, la “Scuola sul benessere e la sostenibilità delle città” organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), in collaborazione con “Milano 2046” – laboratorio sul futuro della città promosso dalla presidenza del Consiglio comunale di Milano - e con la partecipazione di otto università del territorio milanese (Bicocca, Bocconi, Cattolica del Sacro Cuore, Humanitas, Iulm, La Statale, Politecnico, San Raffaele) e la Fondazione Eni Enrico Mattei.

Obiettivi. Formare amministratori locali, docenti, studenti e cittadini attivi, sulle politiche territoriali di sostenibilità: questa la principale finalità del corso di alta formazione. Con un format ibrido - in remoto e in presenza - dettato dalla situazione sanitaria, la Scuola mira a fornire una nuova visione del ruolo e del futuro delle città affinché queste mettano al centro il miglioramento del benessere complessivo delle persone, siano capaci di individuare i relativi obiettivi da perseguire, di conoscere gli strumenti da adottare e di valutare i possibili shock da prevenire.

Il ruolo chiave delle città per la sostenibilità. Le città sono chiamate dall’Agenda 2030 dell’Onu a essere protagoniste attive nel contribuire al raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile in quanto laboratori privilegiati per realizzare un futuro migliore all’insegna dell’innovazione.  Questo aspetto è tanto più rilevante dal momento che, dal 2020, la Commissione europea ha previsto che tutti i Paesi dell’Unione implementino i propri piani di ripresa post-pandemia e i relativi fondi erogati, con riferimento agli SDGs (Sustainable development goals).

Partecipanti e modalità. La Scuola accoglierà 50 partecipanti, tra esponenti delle amministrazioni pubbliche locali, docenti delle scuole di ogni ordine e grado e delle università, dottorandi/e e rappresentanti di organizzazioni e associazioni attive sul territorio. Comprenderà lezioni asincrone, webinar e lavori di gruppo. L'inizio del percorso asincrono è previsto entro la fine di settembre 2021, mentre la seconda fase di webinar per la fine di ottobre. La fase finale, dal 17 al 19 febbraio 2022, si svolgerà in presenza e in forma residenziale presso le aule del Comune di Milano e della fondazione Eni Enrico Mattei.

Candidati ora! Le candidature dovranno essere presentate in via telematica attraverso la procedura che sarà descritta sul sito della Scuola, entro e non oltre il 12 settembre 2021. Per partecipare è richiesta una quota di partecipazione di 250 euro, comprendente l’alloggio e il materiale didattico. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Il percorso didattico. Il corso si articolerà sulle seguenti aree principali.

1) Sapere (conoscenze): trasmettere le competenze necessarie per comprendere, in maniera sistemica e integrata, i concetti legati al benessere e allo sviluppo sostenibile.

2) Saper fare (competenze e strumenti): sviluppare le competenze per studiare, affrontare e pianificare il futuro delle città (mappatura del presente, definizione degli obiettivi futuri, metodi di simulazione, valutazione degli scenari, ecc.).

3) Saper essere (atteggiamenti, valori): approfondire i temi filosofici, psicologici, antropologici, etici che stimolano la predisposizione al bene comune e alla sostenibilità come lenti attraverso le quali guardare il mondo.

Per ulteriori informazioni si invita a consultare il sito Milano2046 o a contattare formazione@asvis.net.

 

Scarica il bando

Scarica il comunicato stampa

 

di Elita Viola

Responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ASviS

Archiviato in


Modifica consenso Cookie