Giovannini, nuove opere saranno sostenibili,cambio culturale

Serve formazione. Pnrr Academy avvia seconda fase

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "In questo anno il Ministero ha investito in modo molto molto significativo nell'elaborazione di modelli concettuali, linee guida e vademecum per assicurare che le nuove infrastrutture che verranno realizzate con il Pnrr, con il fondo complementare e gli altri fondi nazionali, vengano realizzate, dopo essere state progettate in modo corretto, coerentemente con i principi" internazionali sul cosa significhi infrastruttura sostenibile. Lo ha Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini aprendo i lavori del seminario, "Opere Pubbliche: programmazione, scelte di policy e criteri di valutazione. Verso la definizione di un modello integrato per lo sviluppo sostenibile", organizzato dal Mims per illustrare alla comunità scientifica, agli addetti ai lavori e agli stakeholder il nuovo approccio del Dicastero.
    "Il seminario di oggi è una tappa molto importante anche di condivisione di questo percorso", ha detto Giovannini, sottolineando che "la trasformazione di cui stiamo parlando è in primo luogo culturale. Al di là della trasformazione delle procedure, questa trasformazione culturale che trova le sue origini nelle linee guida internazionali su cosa vuol dire infrastruttura sostenibile, deve essere accompagnata da un processo di formazione". "Per questo lanciato la Pnrr Academy, in primo luogo per aiutare chi deve mettere in pratica le nuove procedure pe le gare previste dal Pnrr. La Pnrr Academy - ha aggiunto il ministro - ora avvierà una seconda fase di formazione proprio su questi strumenti che abbiamo messo in campo per riuscire a tradurli in comportamenti concreti da parte delle stazioni appaltanti. Ma questa opera di formazione deve allargarsi anche alle comunità locali e soprattutto al mondo delle imprese che sono di fronte ad sfida importante verso la sostenibilità a tutto campo. Questo è un processo in divenire, quindi le osservazioni, commenti, critiche che emergeranno ci aiuteranno a definire meglio anche i passi successivi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA