Pisa studia Arno navigabile, dalla foce alla Torre Pendente

Affidati progetti per organizzare una 'Via d'acqua' di 18,7 km

Redazione ANSA PISA
(ANSA) - PISA, 02 OTT - Il Comune di Pisa ha affidato sette incarichi esterni di progettazione, a studi di architettura e ingegneria, per disegnare la nuova 'via d'acqua' da realizzare lungo l'Arno nell'ambito del progetto di navigabilità del tratto cittadino del fiume, cioè dalla foce fino al confine del tratto di competenza comunale. Lo rende noto il Comune che ha di recente avuto un finanziamento del Governo partecipando al bando "Italia City Branding 2020".

"I sette incarichi affidati - spiega l'assessore ai lavori pubblici e alla navigabilità Raffele Latrofa - sono consulenze specialistiche a studi di architettura e ingegneria, individuati dopo manifestazioni di interesse ad evidenza pubblica a cui hanno partecipato professionisti da tutta Italia. Entro fine anno disporremo della scansione con la modulazione tridimensionale dell'alveo del fiume e da lì partirà la progettazione delle opere. Entro marzo avremo a disposizione un primo documento di pre-fattibilità, che dovrà essere condiviso con Parco di San Rossore, Soprintendenza e Regione in sede di conferenza dei servizi".

Per la nuova "Via d'Acqua", su 18,7 km di percorso, il progetto prevede la realizzazione di infrastrutture per la navigazione in sicurezza tramite dragaggio della barra di foce, posizionamento di segnaletica sulle sponde e di galleggianti di orientamento, sviluppo di un nodo turistico. Prevista l'implementazione degli approdi esistenti con un nuovo scalo alla Cittadella, che permetta l'accesso e la fruibilità al circuito museale-culturale che si affaccia sulle sponde del fiume e di raggiungere agevolmente piazza dei Miracoli. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA