Cingolani, in Italia manca un Ministero del Futuro

"Che faccia la valutazione dei rischi su ogni scelta"

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 01 DIC - "In Italia manca un Ministero del Futuro, che faccia le previsioni, il 'foresight', che ci dica 'fra 60 anni le cose saranno così'. Quello che manca in Italia è il risk assessment, qualcuno che ci dica quali saranno le conseguenze di una scelta". Lo ha detto stamani il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo a un evento di Foza Italia e Fondazione Mattei al Senato.

Per Cingolani "serve un foresight sull'energia, per capire come elettrificheremno nei prossimi anni. Sul risparmio energetico stiamo lavorando bene, oggi è stato presentato un rapporto dell'Enea. Ma servono previsioni sull'idrogeno verde, su quale impatto avrà la produzione delle batterie sulla domanda di litio, serve programmare un futuro dopo il litio. E poi vogliamo pensare a scenari al 2070 che vedano la fusione nucleare nell'energy mix?".

Secondo il ministro, servono "analisi dell'impatto che avranno le gigafactory che andremo a realizzare, quali conseguenze avranno sulla forza lavoro e sulla supply chain. E poi dobbiamo sapere quale impatto sulla CO2 avranno i programmi di intervento che abbiamo su foreste e mari". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA