Parchi: Europarc, nel nuovo board anche un italiano

Sammuri (Federparchi), natura e sosteniblità sono in politica Ue

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 05 OTT - Rinnovato il Consiglio di Europarc Federation, l'associazione che raggruppa in Europa oltre seicento fra enti gestori di aree protette, associazioni e istituzioni impegnate nella conservazione della natura. Nel nuovo board per l'Italia c'è Stefano Santi, rende noto Federparchi precisando che risulta eletto insieme con Marta Mugica (Spagna), Leelo Kukk (Estonia), Dominique Leveque (Francia), Pete Rawcliffe (Scozia) e Henrik Roelof Oosterveld (Olanda).

L'assemblea generale annuale, anche quest'anno svolta on line a causa del Covid, ha anche eletto Michael Hošek (Repubblica Ceca), nuovo presidente di Europarc.

Agli eletti sono giunte le congratulazioni del presidente di Federparchi Giampiero Sammuri: "Porgo gli auguri di buon lavoro ai nuovi componenti del Consiglio di Europarc Federation, di cui Federparchi costituisce la sezione italiana. Un augurio particolare va a Stefano Santi, che abbiamo sostenuto e contribuito a eleggere con soddisfazione, e che avrà l'onore di rappresentare l'Italia nel nuovo Consiglio. Sono tutte figure autorevoli, espressione del mondo della conservazione naturalistica e della sostenibilità e sono certo che sapranno guidare Europarc, insieme a tutti i soci, nel percorso impegnativo che abbiamo avanti. I temi dello sviluppo sostenibile e del giusto rapporto con la natura - rileva Sammuri - sono ormai divenuti centrali in tutte le politiche dell'Ue, le aree protette possono dare un contributo fondamentale con le loro buone pratiche e la loro esperienza". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA